PALLANUOTO

Messina-Catania, pari pirotecnico

Finisce 10-10 il derby siciliano di massima serie. Peloritane ed etnee sono adesso al secondo posto.

Messina-Catania, pari pirotecnico

Il derby siciliano non ha deluso le attese della vigilia. La Waterpolo Despar Messina accarezza il sogno della vittoria che sfiora se la traversa, sul filo della sirena, non avesse detto di no all’ultimo tiro di Ursula Gitto. L’Ekipe Orizzonte, invece, gioca una gara accorta, mettendo in mostra alcune buone individualità. Finisce 10-10 al termine di una partita combattuta ma corretta in acqua. In classifica le due squadre subiscono in testa il sorpasso della Sis Roma ma nelle prossime partite potranno ancora confermarsi ad alti livelli. Le messinesi rafforzano le ottime percentuali di realizzazione con l’uomo in più.

CRONACA- La Waterpolo Despar Messina parte forte e con Chiappini in superiorità e con Kuzina da fuori va sul doppio vantaggio. Un rigore dell’ex Garibotti tiene a galla l’Ekipe Orizzonte che ad inizio del secondo tempo trova il 2-2 con Eggens. Peloritane di nuovo avanti con il cinque metri di Kuzina ma la reazione delle etnee è veemente con le reti del pari e del sorpasso di Palmieri ed Eggens. Rosaria Aiello riporta avanti le padrone di casa, Marletta pareggia ancora ma il finale di frazione è tutto giallorosso, con Aiello che segna con l’uomo in più e con il capitano Bosurgi che a tre secondi dalla conclusione infila Jovetic dalla distanza. Il minimo vantaggio resiste poco perché dopo l’intervallo lungo Grillo sfrutta la superiorità. Poi si va di gol in gol con Radicchi, Palmieri, Gitto e Garibotti su rigore. A spezzare l’altalena è la canadese Eggens. Nell’ultimo quarto, la Waterpolo Despar Messina trova il pareggio con Chiappini.

Le peloritane si producono nel massimo sforzo con un pressing che non lascia respirare le etnee, visibilmente in affanno. Il capitano Bosurgi concretizza l’ennesima azione in superiorità a due minuti dalla fine. Sembra fatta ma dopo un palo dì Eggens, le catanesi pareggiano, a sessanta secondi dalla sirena, con Palmieri che dal centro batte Ventriglia. Le peloritane tentano l’assalto finale ma non trovano il guizzo vincente anche per un pizzico di sfortuna che accompagna l’ultima conclusione di Gitto che si stampa sulla traversa.

COMMENTO- Positivo il giudizio sul match l’allenatore della Waterpolo Despar Messina, Maurizio Mirarchi: “ Chi è venuto alla piscina Cappuccini non si è di certo annoiato. E’ stata una partita vibrante, sono soddisfatto della prestazione che abbiamo offerto contro un avversario di valore. Dobbiamo proseguire su questa strada e confermare i livelli di crescita del gioco e dell’attenzione in vasca”.

TABELLINO- Wp Despar Messina-Ekipe Orizzonte Ct 10-10( 2-1,4-4,2-4,2-1)

Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 2, Morvillo, Radicchi 1, Kuzina 2 (1 rig.), Lopes, Marchetti, Aiello R. 2, Arruzzoli, Bosurgi 2, Laganà. All. Mirarchi.

L'Ekipe Orizzonte: Jovetic, Santapaola, Garibotti 2 rig., Eggens 3, Di Mario, Grillo 1, Palmieri 3, Marletta 1, Buccheri, Aiello, Riccioli, Lombardo, Schillaci. All. Miceli.

Arbitri: Riccitelli e Severo. Sup. num.: Messina 5/7 + 1 rig., Orizzonte 1/5 + 2 rig.

Risultati Terza Giornata Padova- Bologna 19-1, Bogliasco- Milano 7-7, Sis Roma- Rapallo 8-6, Pescara- Cosenza 12-16.

Classifica: Sis Roma 9, Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte 7, Padova 6,  Milano 4, Cosenza 3,  Pescara,  Rapallo, Bologna  0.

Prossimo turno (5/11/2016): Milano-Padova, Ekipe Orizzonte- Sis Roma,

 Cosenza-Bogliasco,  Rapallo-Pescara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi