Messina

Cimitero senza bus?
Ci pensano le pompe funebri

Ad una settimana dalle tradizionali giornate della commemorazione dei defunti, una decina di agenzia funebri ha messo a punto l'organizzazione di un servizio navetta all'interno del Gran Camposanto dal 30 ottobre al 2 novembre.

Cimitero da 20 giorni senza navetta

Non vogliono che i visitatori subiscano i disagi anche nei giorni tradizionalmente dedicati ai defunti. E siccome, proprio in quei giorni, saranno anche sospese le autorizzazioni per l'ingresso dei mezzi privati, i titolari di una decina di agenzie funebri, hanno deciso di noleggiare un pulmino e metterlo a disposizione dei cittadini. Forse non sarà sufficiente se rapportato alla prevedibile grande richiesta, ma è un gesto importante soprattutto per gli anziani e per coloro che devono raggiungere le zone più alte del Gran Camposanto. In previsione di un afflusso che sarà maggiore, gli impresari stanno tentando di noleggiarne un secondo. L'idea è nata alcuni giorni fa, visto il perdurare di questa carenza, sorta per l'indisponibilità di quegli autisti che erano soliti espletare il servizio sui mini bus tra i viali del cimitero centrale. E così, come sono soliti fare per altre iniziative, alcune agenzie funebri hanno deciso di raccogliere le risorse sufficienti per almeno un mezzo. Negli anni passati, le somme raccolte servivano per acquistare le corone per distribuirle nei cimiteri suburbani. Ma di fronte a questa grave e prolungata mancanza, senza alcuna esitazione, hanno pensato di sostituirsi al comune. Dai primi di settembre infatti, questo servizio è sospeso per mancanza di personale. A poco sono servite le lamentele dell'utenza, se non all'aumento di autorizzazioni per accedere nella struttura di via Catania con mezzi privati. Nessun'altra soluzione, fino a questo momento, trovata dall'amministrazione comunale, neanche quella di ricorrere agli autisti dell'Atm per i quali sembra indispensabile una convenzione, pur trattandosi di enti che fanno capo alla medesima amministrazione. Molto strano, in una città dove per motivi economici si fa fatica per mesi e mesi a trovare le risorse per i servizi più banali e poi dall'oggi al domani, si riesce a scerbare le aiuole della via Tommaso Cannizzaro e ripulire le vetrate dal Palacultura per l'arrivo del Premier. In attesa che possa accadere qualcosa di miracoloso anche al Cimitero, ci pensano le agenzie funebri a garantire almeno un pulmino, nelle giornate in cui, ad eccezione di domenica prossima, il Gran camposanto resterà aperto non stop dalle 8 alle 17.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi