messina

Ecopass, delibera illegitima?

Il responsabile del dipartimento Mobilità, ing. Mario Pizzino, contesta la delibera con cui la giunta comunale ha dirottato una somma dei fondi Ecopass ad un altro dipartimento, nonostante il Consiglio li avesse destinati alla mobilità. Pizzino ne chiede il ritiro in autotutela

Ecopass, delibera illegitima?

La richiesta del dirigente del dipartimento “mobilità urbana e viabilità”, Mario Pizzino, è chiara: si disponga l'immediato annullamento d'ufficio, in autotutela, della delibera di giunta e si garantisca il rispetto di quanto stabilito dal Consiglio comunale. E' stato lui stesso a scrivere a tutti, dal sindaco in giù, e ad informare l'aula, durante una seduta di commissione, di quanto è stato stabilito dall'amministrazione lo scorso 7 luglio, quando, su proposta dell'assessore ai Lavori Pubblici Sergio De Cola, 500mila euro, derivanti dai ticket dell'Ecopass sono stati destinati al dipartimento Lavori Pubblici. Si tratta di un provvedimento- ha spiegato Pizzino nella nota – che presenta evidenti profili di illegittimità e che, oltre a creare seri problemi all'attività istituzionale del dipartimento Mobilità Urbana, potrebbe produrre futuri danni erariali. “La spesa di quei fondi -ricorda il dirigente- come era stato disposto dal Consiglio comunale, è di esclusiva competenza del dipartimento di cui sono responsabile e devono essere utilizzati per il miglioramento della viabilità, il monitoraggio dell'inquinamento acustico da traffico veicolare e l'esecuzione di interventi finalizzati alla sicurezza stradale e alla salvaguardia ambientale.” Pizzino parla esplicitamente di prevaricazione, di abuso e di probabile ritorsione nei suoi confronti per aver negato l'aumento di previsione dei proventi dell'Ecopass per l'anno 2016, limitando la capienza del capitolo agli impegni già perfezionati. Tutto questo- secondo il dirigente- ha danneggiato il dipartimento Mobilità che non ha potuto completare alcuni progetti come quello esecutivo della rotatoria di Piazza Cairoli, dove va rimodulato il piano economico, e si rischia la perdita dei finanziamenti pubblici. Sull'argomento è intervenuto il capogruppo del Pdr, Nino Carreri, il quale ha annunciato la richiesta formale degli atti, per verificare se sia opportuno trasmetterli alla Procura della Repubblica, e ha definito il comportamento della giunta “di una gravità inaudita”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi