S. Agata di M.

Super-mamma messinese, ha dato alla luce l’11° figlio

Il lieto evento nell’ospedale di Sant’Agata Militello sotto i riflettori dei media nazionali. La puerpera 34enne annuncia: «Stavolta però mi fermo qui!»

Super-mamma messinese, ha dato alla luce l’11° figlio

Oltre ad essere una mamma da record è diventata, senza volerlo, una vera e propria “star”. La sua foto da giorni è su tutti i siti internet delle principali testate, le richieste d’intervista fioccano da tutti i media, locali e nazionali.

Lei è Cristina Scaglione, moglie e madre, una 34enne solare. Una donna normale, insomma, non fosse per quella sua “impresa”... d’altri tempi.

Sabato scorso Cristina è diventata mamma per la undicesima volta.

Un “record” che per molti, soprattutto visti la crisi che attanaglia l’economia e le difficoltà per portare avanti una famiglia, ha dell’incredibile.

Sabato all’ospedale di Sant’Agata Militello è nato Alfio, uno splendido bimbo di 3,7 chilogrammi, venuto alla luce in ottima salute.

Alfio si aggiunge agli altri dieci figli di Cristina e del marito, Alfio Scannavacche, bracciante agricolo di 36 anni, entrambi originari di San Fratello.

Il figlio maggiore della coppia, Vito, è nato 16 anni fa poi a seguire in ordine d’età ci sono Eloisa, Salvatore, Antonella, Giuseppe, Cristina, Marianna, Benedetta, Serena e Rita. Con l’arrivo di Alfio, dunque, una gran bella squadra di calcio mista. I due coniugi sono sorpresi, quasi frastornati da tante attenzioni attorno a loro. Per entrambi in quella famiglia così numerosa c’è tutto il valore del loro amore e della loro unione. «Stavolta però mi fermo qui!», dichiara allegramente Cristina, ancora degente in ospedale, attorniata dalle cure di sanitari e familiari. «Ci vuole certamente coraggio ma anche tanta buona volontà per tirare su una famiglia con undici figli – ammette Cristina – ma con l’aiuto di Dio io e mio marito siamo sicuri di riuscire a farcela. Certo – sorride Cristina – gestire undici figli è un po’ particolare e richiede impegno e sacrificio, però, io e mio marito non ci siamo mai lamentati”. Cristina ci tiene quindi a ringraziare i sanitari ed i medici che l’hanno assistita e vuole quindi lanciare un messaggio di coraggio a quelle coppie che magari nutrono dubbi sull’opportunità o meno di fare dei figli, soprattutto per le difficoltà economiche di portare avanti la famiglia: “Non penso che ci sia un momento giusto per fare dei figli – racconta Cristina – penso ci voglia solo tanta buona volontà, magari fare qualche rinuncia, senza dubbio, però la gioia di avere un figlio tra le braccia ti ripaga di tutti i sacrifici».

Commenti all'articolo

  • mimmo1412

    20 Ottobre 2016 - 08:08

    SINCERI, ED AFFETTUOSI AUGURI , possiamo dire , ALLA CARA MAMMA CHE CON CORAGGIO HA AFFRONTATO IL PARTO CON GIOIA, PERCHRE' QUEL SACRIFICIO LA COMPENSAVA CON LA NASCITA DI UNA NYUOVA CREATURA .= Auguri perché il Signore possa aiutarla a crescere bene quegli angioletti.=

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi