Diario messinese

Le missioni di Accorinti
e le vere battaglie

Le missioni di Accorinti  e le vere battaglie

Dalla marcia di Assisi al convegno dell’Assemblea nazionale dei Comuni a Bari. Da Venezia a Milano per i funerali di Dario Fo. Renato Accorinti continua il suo tour personale per l’Italia. E la questione non è tanto relativa ai rimborsi delle spese sostenute durante i viaggi quanto l’utilità o meno di queste ormai irrefrenabili missioni. Accorinti ha rappresentato, con la sua fascia tricolore, Messina all’ultima Marcia della Pace, quella svoltasi tra Perugia e Assisi. Viste le condizioni economico-finanziarie dell’ente locale, che rimangono assolutamente critiche, avrebbe potuto anche rinunciare a questa “vetrina” (aveva già partecipato l’anno scorso), ma ha ritenuto di non farlo. L’assise nazionale di Bari era sicuramente un evento importante perché riuniva tutti i Comuni d’Italia e al sindaco di Messina è stato anche riservato un ruolo di prestigio, visto che Accorinti è intervenuto sul palco, tra i pochi relatori, a parlare di “felicità” e di “programmi al servizio degli ultimi”. Da “tribuno del popolo” mai avrebbe rinunciato a una simile occasione. Ma, vista la presenza del ministro Delrio a quel confronto svoltosi a Bari, vorremmo chiedere al sindaco se ha trovato anche il tempo di parlare con l’esponente del Governo e di perorare la causa dell’Autorità portuale di Messina. O si è forse limitato solo a ricordargli che lui è contro il Ponte e che Renzi è un “matto” se vuole realizzarlo?missioni accorinti

Commenti all'articolo

  • FrancescoGiorda

    17 Ottobre 2016 - 01:01

    Questo sindaco, buonista, pacifista del cavolo, si interessi dei veri problem i di Messina sempre più puzzolente!!!!!!!

    Rispondi

  • ROBERTO30

    15 Ottobre 2016 - 18:06

    Ma che deve fare quel pover'uomo ? Vestirsi come piace a voi ? andare dove piace a voi ? Pensare con le vostre teste ? Ma se oltre tutto ci va in stretta economia ! Ma lasciatelo in pace !!!

    Rispondi

  • nino24

    15 Ottobre 2016 - 12:12

    Egr. Direttore Lei come tutti vi dimenticate ,(forse perché non avete problemi), che in città fra le tante emergenze c'è sempre quella idrica...nessuno più la cosa sembra interessare..ormai è passato quasi un anmo è nulla si è mosso poi alle prime piogge o frane vi risvegliate tutti!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi