Messina

"Cemento depotenziato
per costruire le scuole"

Lo afferma l'onorevole Mariella Gullo, che ha presentato un'interrogazione parlamentare

Cemento depotenziato per costruire le scuole

"A Messina ci sono scuole realizzate con calcestruzzo depotenziato. Già ne sono state chiuse due. Ora intervenga il governo". Così il deputato nazionale di Fi Mariella Gullo, che manifesta preoccupazione per lo stato di alcune scuole a Messina, dove sono stati già chiusi due plessi realizzati con calcestruzzo depotenziato. La deputata ha presentato un'interrogazione parlamentare ai ministri della Pubblica istruzione, dei Lavori pubblici e dell'Economia, sottolineando che la chiusura delle scuole "rischia di impedire a una popolazione scolastica di oltre 1.500 di vedersi negato il diritto costituzionale allo studio. "Numerose scuole - aggiunge Gullo - sono parzialmente aperte perché si stanno eseguendo lavori dopo le verifiche dei solai, interventi che potevano essere effettuati durante il periodo estivo. A Messina c'è una situazione drammatica che va portata all'attenzione del Governo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi