Messina

Ecco la nuova stagione
del Vittorio Emanuele

Il cartellone approvato dal Cda dell’Ente nella serata di ieri. Si apre il 28 ottobre con Giannini, poi Emma Dante, Sabina Guzzanti, Lucia Calamaro e Alessandro Gassman

Ecco la nuova stagione  del Vittorio Emanuele

Stavolta ci siamo. Sono trentadue spettacoli di gran livello spalmati tra ottobre e giugno.

Ieri sera il Cda del Teatro Vittorio Emanuele ha approvato il cartellone di Prosa e Musica, quello reale e definitivo, che è il risultato di un lungo e duro lavoro delle ultime settimane con il sovrintendente Egidio Bernava, il presidente Maurizio Puglisi, e i direttori artistici Ninni Bruschetta e Giovani Renzo.

Non è stato affatto facile in questi mesi, le porte sbattute e le minacce di dimissioni non si contano, ma alla fine si può tornare a parlare di spettacolo e musica fino al giugno del prossimo anno. Con parecchie chicche.

Complessivamente quindi si tratta di 32 spettacoli, parecchi i nomi di primo piano del panorama teatrale italiano, anche di tendenza e innovazione, ma c’è spazio anche per la nostra orchestra e le presenze locali.

Parametro fondamentale adottato dal sovrintendente Bernava il rigido contenimento della spesa dopo i “tagli” e i rilievi dei revisori, e ci saranno anche alcuni spettacoli di livello fuori abbonamento.

Insomma nonostante le enormi difficoltà dei mesi scorsi e i rilievi severissimi del Collegio dei Revisori dei conti presieduto dal rag. Salvatore Jervolino (“Criticità superate, la situazione economica rimane precaria”), dopo un lavoro virtuoso si parla di imminente stagione 2016/17. Che si aprirà il 28 ottobre con un gigante come Giancarlo Giannini, e proseguirà fino a dicembre con nomi di primissimo piano, per esempio Sabina Guzzanti, Emma Dante e Lucia Calamaro, tre donne protagoniste, oppure con Alessandro Gassman.

Ma non sarà solo Prosa. Per la Musica, facendo di necessità virtù dopo i devastanti “tagli”, la protagonista sarà l’Orchestra del Teatro, e ci saranno alcuni nomi di buon livello.

L’intero cartellonedi Prosa e Musica.

E passiamo alla stagione completa che è stata esaminata ieri sera dal Cda dell’Ente Teatro. Ecco date e spettacoli di Prosa e Musica nella versione definitiva. 28-29-30 ottobre, Giancarlo Giannini “Viaggi e miraggi”; 18-19-20 novembre, “Come ne venimmo fuori”, Sabina Guzzanti, Fondazione Sipario/Toscana Onlus; 25-26-27 novembre, “La vita ferma”, regia di Lucia Calamaro, Sardegna Teatro-Tsu Umbria; 29-30 novembre-1 dicembre, “Ma”, Sala Laudamo, Antonio Latella; 2-3-4 dicembre, “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, Alessandro Gassman; 9-10-11 dicembre, “Un bel di vedremo”, produzione TVE; 16-17-18 dicembre, “Le sorelle Macaluso”, Emma Dante; 6-7-8 gennaio, “Moltiplicato”, produzione TVE; 13-14-15 gennaio, “Minetti” con Roberto Herlitzka, Teatro Biondo Palermo; 20-21-22 gennaio, “Concerti dell’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele”, produzione TVE; 27-28-29 gennaio, “O la borsa o la vita”, Coniglio/Storti-Tangram; 31 gennaio-1-2 febbraio, “Macbeth”, Branciaroli; 3-4-5 febbraio, “Delirio bizzarro”, Carullo-Minasi; 7-8-9 febbraio, “Buena onda”, Rocco Papaleo; 10-11-12 febbraio, “Enigma” con Ottavia Piccolo, Arcazzurra; 17-18-19 febbraio, “Miseria e nobilità”, con Michele Sinisi, Elsinor; 24-25-26 febbraio, “Concerti dell’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele”, produzione TVE; 21-26 febbraio, Sala Laudamo, “Polvere”, di Saverio La Ruina; 3-4-5 marzo, “Sud”, con Sergio Rubini; 10-11-12 marzo, “Serata Mozart”, concerto in collaborazione con Associazioni musicali e Orchestra del TVE; 17-18-19 marzo, “Minchia signor tenente”, Razmataz; 24-25-26 marzo, “Siciliani”, produzione TVE; 31 marzo-1-2 aprile, “Per non morire di mafia”, con Sebastiano Lo Monaco; 7-8-9 aprile, “Il guardiano di Pinter”, con Antonio Alveario; 18-23 aprile, Sala Laudamo, “Senza glutine”, Giuseppe Tantillo; 21-22-23 aprile, “Animali da bar”, Carrozzeria; 25-30 aprile, “Billy Elliot”, di Massimo Piparo; 5-6-7 maggio, “Dietro la porta”, Battaglia e Miseferi; 12-13-14 maggio, “Camposanto mon amour”, Compagnia Vaudeville; 19-20-21 maggio, “Il sistema Ribadier”, Antonio Lo Presti; 26-27-28 maggio, “Antigone”, produzione TVE; 3-4-5 giugno, “Concerti Grossi”, produzione TVE.

Il verbale d’approvazione del Preventivo 2016/18.

Nei giorni scorsi avevamo pubblicato i dati del verbale con cui il Collegio dei Revisori dei conti aveva approvato il Bilancio preventivo 2016/18 presentato dal sovrintendente Egidio Bernava. Ecco alcuni passaggi fondamentali per capire in che stato di “salute economica” è il Vittorio Emanuele. La previsione degli incassi derivanti da abbonamenti e sbigliettamento fino a dicembre 2016 preventivata da Bernava, Bruschetta e Renzo è pari a un milione e 160 mila euro. I revisori avevano poi acquisito agli atti il verbale del Cda «... nel quale viene deliberata la revisione del prezzo dei biglietti con un incremento pari al 20%, rimanendo inalterati i prezzi degli abbonamenti rispetto alla passata stagione».

Sempre i revisori avevano preso atto che «... il Sovrintendente, con propria nota, dichiara che in riferimento a quanto sopra il costo di ogni singolo spettacolo praticato al Teatro di Messina è uguale o inferiore a quello praticato nel territorio regionale».

La massa debitoria apposta nel documento contabile previsionale è di un milione e 84 mila euro. Le entrate certe fino al 31 dicembre 2016 saranno di 3 milioni e 238 mila euro, con pagamenti da effettuare, sempre fino alla stessa data, per 3 milioni e 370 mila euro. L’esercizio finanziario 2015 si è chiuso con un disavanzo d’amministrazione pari a 330 mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi