messina

Liceo Seguenza, lezione in piazza

La preside del Liceo Seguenza lancia un appello su fb e invita i ragazzi alle lezioni all'aperto, giovedì mattina a piazza Duomo. E' una protesta per chiedere una soluzione alla cronica carenza di aule.

campanile duomo

“Ragazzi, aiutatemi con il passaparola e la condivisione”. Ci mette personalmente la faccia e lo fa anche sul suo profilo fb. Ma non si tratta di uno studente, a parlare è la preside del Seguenza. Lilia Leonardi, neo-dirigente del liceo di via Sant'Agostino, chiede agli allievi della sua scuola di fare fronte comune per farsi sentire e per dimostrare che non ci sono studenti di serie A e studenti di serie B. Alla base della protesta, la carenza di aule dell'istituto, irrisolta da oltre un decennio. Per questo anno scolastico la preside aveva sperato nella disponibilità di spazi all'interno del plesso che ospita il Liceo Maurolico, disponibilità che il dirigente scolastico Saro Abbate ha dovuto smentire, così come hanno anche confermato  gli organismi collegiali dell'istituto, in rappresentanza degli studenti e dei genitori.  Abbiamo atteso con pazienza  -scrive la preside Leonardi- che il sindaco metropolitano ci prospettasse una soluzione, dimostrando  a tutta la collettività di essere al di sopra delle parti e di non privilegiare gli interessi degli uni a discapito degli altri, mentre incombe sulla nostra scuola la spada di Damocle della risoluzione contrattuale relativa al plesso di Cristo Re. Il rischio, in quel caso, è  non poter più garantire il diritto allo studio di oltre cinquecento studenti. In attesa che venga almeno convocato un tavolo tecnico, il Seguenza vuole dimostrare di esserci, come la stessa preside ha scritto su fb, invitando gli studenti ad una simulazione di  lezione all'aperto che si terrà giovedì,  a piazza Duomo, a partire dalle 9.30. Un modo eclatante e plateale, ma, alla fine, forse, necessario per richiamare tutte le istituzioni alle proprie responsabilità. Infatti non ci si spiega come sia possibile che certe problematiche non si affrontino prima che cominci il nuovo anno scolastico, dato che comunque sono ben note, evitando così disagi che si perpetuano da anni.    

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto