Messina

Caso Marano, le due emorragie al centro dell’autopsia sulla donna

L’inchiesta sulla morte della puerpera 44enne al Policlinico. L’esame effettuato nel pomeriggio di ieri dai consulenti della Procura. Oggi i funerali

Muore a 44 anni dopo aver partorito il primo figlio. Fatali alcune emorragie in zona uterina. Inutili due interventi chirurgici. La Procura ha aperto un’inchiesta

Le due emorragie imponenti subite hanno avuto purtroppo un ruolo preminente per il decesso della povera Lavinia Marano, la 44enne cantante messinese morta due settimane addietro al Policlinico dopo aver dato alla luce un bimbo. Ma ci sono anche da valutare i vari arresti cardiaci subiti. Sembra questo il filo conduttore dell’autopsia eseguita ieri all’Obitorio del Policlinico sul corpo della donna, ennesimo passaggio tragico e cruciale dell’inchiesta che vede già tredici persone tra medici e sanitari, indagate.

È ancora troppo presto per avere una “sentenza medica” dopo l’esame, ci vorranno 90 giorni per avere una consulenza. E i consulenti scelti dalla Procura che hanno effettuato ieri pomeriggio l’autopsia sono il medico legale Elvira Ventura Spagnolo e il prof. Antonio Chiantera, docente a “La Sapienza” di Roma, che si avvarrà a sua volta anche di un anatomopatologo.

Nella mattinata di ieri si era registrato nell’ufficio del procuratore aggiunto Giovannella Scaminaci l’affidamento dell’incarico, con dei quesiti molto complessi formulati dalla Procura ai consulenti, e con la presenza di tutte le parti in causa, che sono tante tra indagati, avvocati e periti di parte. Le risultanze dell’autopsia devono dare risposte su tutto ciò che ha riguardato il ricovero e gli interventi, con attenzione a tutti il personale medico e sanitario che a vario titolo è stato interessato in tutto il periodo di ricovero, e con l’esame di tutti i reperti acquisiti dall’indagine dei carabinieri. Nel corso delle operazioni i difensori hanno formulato una serie di quesiti, e l’aggiunto Scaminaci ha per esempio affermato che le indagini non sono ancora concluse, compresa l'individuazione di tutti i soggetti coinvolti. Adesso che questo passaggio s’è consumato, oggi pomeriggio, alle 15.30, nella chiesa di S. Camillo, si terranno i funerali della povera Lavinia. (n.a.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi