messina

Rifiuti, salvezza in extremis

Con una nuova disposizione attuativa prodotta dall'Assessorato all'energia, di fatto vengono cancellati gli effetti dell'ordinanza di sabato scorso che tagliava del 12% il monte di rifiuti che Messina può conferire in discarica.

rifiuti

LA CRISI DEI RIFIUTI è STATA SCONGIURATA IN EXTREMIS. Con una nuova disposizione attuativa prodotta dall'Assessorato all'energia, di fatto vengono cancellati gli effetti dell'ordinanza di sabato scorso che tagliava del 12% il monte di rifiuti che Messina può conferire in discarica.
Una decisione arrivata proprio all'ultimo istante e che dà liberta i comuni di accorardarsi con gli impianti per portare una quantita superiore alla media giornaliera assegnata.
Messinambiente era già pronta a non far partire , stanotte, i suoi mezzi. Poi stasera la svolta con l'accordo con Oykos che salva la città da una crisi che avrebbe allungato le emergenze già registrate in questi mesi.
Resta pienamente vigente l'altra ordinanza, quella sindacale per la differenziata, per la quale domani sarebbe il secondo sabato di effettiva vigenza del divieto di conferimento nei cassonetti da parte di tutti i cittadini. L'obiettivo è quello della contrazione del trasferimeno in discarica e la riduzione dei giorni lavorativi da sette a sei per Messinambiente. Infatti, fra sabato e domenica, non era più prevista la raccolta dei mezzi della partecipata, confidando nell'adesione delle famiglie al divieto di gettare la spazzatura di sabato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi