Messina

La “Stroke Unit”
centro d’eccellenza

Il corso al Policlinico universitario

La “Stroke Unit”  centro d’eccellenza

È cominciato ieri al Policlinico e prosegue oggi “Smart H24”, un corso di elevata specializzazione per la terapia dello stroke ischemico acuto sul tema del “trattamento endovascolare e le recenti innovazioni oltre la trombolisi endovenosa”. Il trattamento acuto dell’ischemia cerebrale è un argomento di recente attualità e di forte interesse sia dal punto di vista culturale che da quello manageriale ed organizzativo. L’improvvisa interruzione del flusso ematico nelle arterie del cervello può comportare conseguenze devastanti per i pazienti, le loro famiglie e la società.

Un costante progresso è stato raggiunto negli ultimi 20 anni attraverso una maggiore prevenzione e la creazione di unità neurologiche specializzate nella terapia dell’ictus ischemico, le Stroke Unit, migliorando notevolmente la prognosi dei pazienti. L’ostruzione acuta di un’arteria cerebrale può essere trattata mediante la somministrazione intravenosa di un farmaco trombolitico e/o la rimozione meccanica del materiale trombotico tramite il cateterismo arterioso, ovvero il cosiddetto trattamento endovascolare. Ciò favorisce il ripristino del flusso arterioso intracranico ed evita la morte del tessuto nervoso ischemico.

Da oltre 20 anni, la Neuroradiologia del Policlinico di Messina si occupa della diagnosi e trattamento delle patologie vascolari cerebrali, dagli aneurismi alle malformazioni artero-venose, con una media di circa 1500 cateterismi intracranici, quale unico riferimento a Messina, attraverso un percorso che ha formato e continua a formare neuroradiologi interventisti in grado oggi di affrontare adeguatamente anche la patologia ischemica cerebrale. È importante sottolineare come la città e la provincia di Messina siano perfettamente in linea con le linee guida mondiali dal febbraio 2014, grazie alla presenza al Policlinico di una Stroke Unit di 2° livello, diretta dalla professoressa Musolino, che si avvale della collaborazione della Unità operativa di Neuroradiologia, diretta dal prof. Longo. Attualmente la Stroke Unit del Policlinico è un centro di eccellenza, l’unico centro Hub in Sicilia e nel Meridione d’Italia in grado di diagnosticare e trattare l’ictus ischemico acuto con tecniche endovascolari. I dati statistici attuali, presi dai registri nazionali, collocano il Policlinico di Messina ai primi posti in Italia per il numero di pazienti trattati, per gli indici di rivascolarizzazione cerebrale ed il recupero neurologico dei pazienti. Sulla scorta di queste considerazioni, la Unità di Neuroradiologia del Policlinico ha voluto creare un’occasione di incontro. Da qui l’idea del Meeting “Smart H24” che proseguirà oggi, a partire dalle 8,30.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi