MESSINA

Mercati e differenziata, entra in campo la Polizia Municipale

Dopo il rifiuto dei contenitori per la differenza al mercato Zaera, Messinambiente attende adesso i vigili per consegnarli negli altri mercati cittadini. Intanto è stato avviato l'iter per liberare l'ex mercato ittico. Entro Natale potrebbe essere pronto.

Mercati e differenziata, entra in campo la Polizia Municipale

Tutto congelato, aspettando la Polizia Municipale. Senza gli agenti dell'Annona, Messinambiente non tornerà nei mercati cittadini a consegnare i contenitori per la raccolta differenziata. La decisione è stata presa dopo ciò che è accaduto sabato mattina al mercato Zaera, con gli esercenti che hanno rifiutato i contenitori. “Ci sono altre priorità” hanno detto agli operatori di Messinambiente. E le loro giustificazioni sono finite nel verbale della Polizia Municipale.
Il Comune ha incassato, ora è pronto a continuare il suo giro andando negli altri mercati. Stavolta, però, andrà direttamente con l'Annona, per registrare da subito chi accetta i contenitori e chi no, e decidere poi come agire.
Di sicuro, questa storia della differenziata nei mercati qualche malumore tra gli esercenti l'ha creato. Anche se alcuni di loro non hanno fatto una piega e hanno agevolato il lavoro di Messinambiente. Come quelli del piccolo mercato di San Clemente, di fronte a Collereale, che hanno subito detto si.
Lo stesso è accaduto in molti esercizi commerciali del centro città, dai quali sono già state inviate le schede con i dati necessari per il censimento delle utenze, la consegna dei contenitori e la programmazione del ritiro.
Anche tra i negozianti, ci sono in verità alcuni perplessi. La conferma arriva dalla nota di Confcommercio, firmata dal presidente Carmelo Picciotto, che manifesta il malumore di una parte dei suoi associati e chiede l'apertura di un tavolo di confronto con l'amministrazione per cercare un punto d'incontro.
Tra le cose contestate, c'è soprattutto la nuova ordinanza sindacale che vieta di gettare i rifiuti il sabato e nei giorni prefestivi. Picciotto si fa portavoce degli scontenti, sottolineando che proprio il sabato è il giorno di maggiore affluenza nei ristoranti e nei bar del centro, e che non poter gettare i rifiuti rischia di provocare disagi enormi agli esercenti.
Da stamattina, intanto, è iniziato l'iter che dovrà portare al temporaneo trasferimento dello Zaera nella sede del vecchio mercato ittico. Messinambiente ha dato disponibilità per la pulizia, mercoledi ci sarà un incontro con la ditta che dovrebbe rimuovere le celle frigorifere e fare altri piccoli interventi. L'obiettivo è farcela entro Natale. A patto che non ci siano intoppi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto