Messina

Assolti l’ex sindaco Buzzanca, Signorelli e Lo Conti

La vicenda risale agli anni 2011-2012 per la mancata eliminazione della discarica abusivamente realizzata, sin dai primi mesi dell’anno 2003, in un’area di sbaraccamento di Bisconte

Assolti l’ex sindaco Buzzanca, Signorelli e Lo Conti

La Prima sezione penale (presidente Grasso) ha assolto l’ex sindaco Giuseppe Buzzanca, l’allora capo del dipartimento Sanità-Ambiente-Tutela pubblica e privata incolumità del Comune di Messina Domenico Signorelli, e il commissario straordinario dell’Iacp Venerando Lo Conti dal reato di rifiuto di atti d’ufficio, «perché il fatto non costituisce reato».

La vicenda risale agli anni 2011-2012 e avevano ad oggetto la mancata eliminazione della discarica abusivamente realizzata, sin dai primi mesi dell’anno 2003, in un’area di sbaraccamento di Bisconte. In particolare, a Buzzanca e al Signorelli veniva contestato di non essersi adoperati, nelle rispettive qualità, ai fini dell’adozione della delibera sindacale di immediato sgombero del sito interessato che, secondo l’originaria tesi della pubblica accusa, doveva essere emessa, senza ritardo, per questioni di igiene e sanità. A Lo Conti venivano imputati l’omessa rimozione e il mancato smaltimento dei rifiuti esistenti sull’area di proprietà dell’Iacp. I difensori (gli avvocati Laura e Tommaso Autru Ryolo, Vittorio Di Pietro e Pasquale Gazzara) hanno evidenziato che nel dicembre 2012, e in costanza della gestione di Signorelli, la “criticità” dell’area di sbaraccamento era venuta meno, grazie ai molteplici solleciti effettuati da quest’ultimo all’ente proprietario del sito, che aveva provveduto ad eseguire la “bonifica” richiesta. (r.d.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi