Messina

L’equipaggio di Pace
in trionfo

Si è svolto ieri il Palio delle contrade marinare. In gara anche due formazioni femminili dell’Istituto nautico “Caio Duilio

L’equipaggio di Pace  in trionfo

Le festività in onore di Santa Maria delle Grazie, patrona di Pace, comprendono una tradizione che affonda le sue radici nel XVII secolo: il Palio delle Contrade marinare organizzato dalla Lega Navale Italiana di Messina e dal Circolo Ricreativo Riviera Pace. Come ogni anno ad affrontarsi a suon di vogate ci sono le squadre delle contrade rivierasche.

La novità di quest’anno ha riguardato l’ingresso nella manifestazione di due equipaggi femminili dell’Istituto nautico “Caio Duilio” in rappresentanza della contrada di Ringo. Soddisfatta la dirigente scolastica Maria Schirò: «La nostra collaborazione con la Lega Navale dura da anni – ha dichiarato –. Così nasce l’iniziativa di coinvolgere le ragazze con due equipaggi che per me è una svolta, perché l’Istituto nautico si è aperto al gentil sesso solo da qualche anno».

Le vogatrici sono partite dal piazzale dei cannoni per raggiungere la Lega Navale accompagnate dai loro professori, allenatori e timonieri Santo Santo e Francesco Modica. Hanno partecipato Maria Assunta Aricò, Nicoletta Busà, Giulia Fallica, Martina Davì, Veronica Nicolosi, Federica Costa, Sonia Crisafi e Jasmine Triolo.

La gara tra donne è stata una sperimentazione per organizzare l’anno prossimo un vero “Palio rosa” con quattro imbarcazioni, come spiega Carmelo Recupero, presidente della Lega Navale di Messina: «Parecchi non lo sanno, ma circa trent’anni fa abbiamo fatto delle gare con le ragazze. La Lega Navale aveva un bellissimo vivaio di canottaggio anche femminile e adesso vogliamo riportare in vita questa tradizione». Al Palio delle Contrade marinare 2016 hanno partecipato solo tre imbarcazioni: la Motonautica e Velica Peloritana per Paradiso-Case Basse; il Circolo ricreativo Riviera Pace; la Lega Navale di Messina per Grotte.

L’imbarcazione di Paradiso non è stata invitata a partecipare, con grande rammarico da parte degli organizzatori, perché per problemi di spogliatoio non avevano partecipato agli altri due palii (Don Giovanni D’Austria e Motonautica).

Partiti da Fiumara Guardia con arrivo alla Lega Navale, i vogatori di Pace sono “schizzati” subito in testa vincendo la gara, seguiti da Case Basse e Grotte. Ad accogliere vincitori e vinti la banda “Giuseppe Verdi” di Faro Superiore. Dopo il minuto di silenzio dedicato alla poetessa Maria Costa sono stati premiati Roberto Micale, Gianfranco Recupero, Roberto Manganaro, il timoniere Francesco Donato e il capitano Letterio Donato: «Siamo partiti bene, con la corrente a favore e abbiamo coronato il nostro sogno – racconta Donato –. Noi ci siamo allenati tutti i giorni dal mese di maggio fino ad oggi e siamo stati ripagati dei sacrifici fatti quest’estate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi