MESSINA

Pedaggio da abolire

A causa dei disagi che i lavori al viadotto Ritiro provocheranno agli utenti torna d'attualità la soppressione del pedaggio allo svincolo di Orto Liuzzo impropriamente battezzato Villafranca Tirrena. La richiesta questa volta parte della scuola politica Messina.

Pedaggio da abolire

Basta con il pedaggio autostradale ad Orto Liuzzo che è un villaggio di Messina e non certo Villafranca. A lanciare al Cas la nuova richiesta questa volta è Gianfranco Minuti, coordinatore del gruppo Briguglio Musumeci della scuola politica di Messina. Una vecchia battaglia, condotta per anni in prima persona dal consigliere Mario Biancuzzo, che non ha mai prodotto frutti se non qualche lieve sconto sul pedaggio. Ora Minuti torna a reclamare l'abolizione di questa vera e propria tassa, 1 euro e 20 centesimi per percorrere una decina di chilometri da Messina a Messina visto che Orto liuzzo fa parte della sesta circoscrizione.
L'errore di denominare lo svincolo Villafranca Tirrena e non Ponte Gallo – lamenta Minuti- è solo il primo dei fattori truffaldini di questa vicenda.
E' anche importante notare che, nuovo Codice della strada alla mano, se quel tratto è come un cantiere aperto per via dei lavori al viadotto Ritiro, si dovrebbe chiedere il declassamento ad arteria la cui percorrenza non è tassabile con il pedaggio. Il coordinatore del gruppo Briguglio-Musumeci chiama poi in causa il sindaco Accorinti colpevole di non intervenire su una vicenda che costa annualmente alle tasche dei messinesi 2 milioni e mezzo di euro. Da qui la richiesta al primo cittadino di intervenire per far eliminare un pedaggio che pesa soprattutto sui messinesi che risiedono nei villaggi dell'estrema periferia nord. L'occasione propria potrebbe essere la chiusura in entrata direzione Palermo dello svincolo di Boccetta del prossimo 26 settembre che non pochi disagi arrecherà a chi dovrà viaggiare giornalmente per lavoro. Per Minuti sarà l'occasione giusta per chiedere al Cas la soppressione del pedaggio ma non sarebbe altro che l'ennesima richiesta perchè il Consorzio da quest'orecchio sembra proprio non volere sentire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi