MESSINA

Bus dal Boccetta

Sopralluogo in vista della chiusura per Palermo. Comune, Cas e Polstrada valuteranno l'opportunità di far transitare comunque i mezzi delle autolinee pubbliche. Incontro a Zanca sulle regole da rispettare in occasione del mercato bisettimanale di Giostra.

Bus dal Boccetta

Si punta ad arrivare pronti alla data del 26 settembre, iniziando ad informare per tempo la cittadinanza sulle variazioni legate alla viabilità alternativa. Al tempo stesso, si sta tentando di non stravolgere le abitudini dell'utenza con dei provvedimenti che dovrebbero lasciare invariati i tragitti del trasporto pubblico. Ed è di questo che stamattina si parlerà tra Comune, Cas e Polstrada, in un sopralluogo che si terrà nello svincolo Boccetta, alla diramazione delle due direttrici autostradali. Dallo sbarramento che sarà predisposto per i mezzi diretti a Palermo, sarà valutata la possibilità di far transitare comunque quelli del trasporto pubblico. I bus delle linee regionali e la linea 81 dell'Atm che collega la città ai villaggi rivieraschi dell'estrema periferia nord. Attraverso un telecomando gli autisti potranno sollevare l'asta per dirigersi verso la barriera di Villafranca. Cosa che potranno continuare fare tutti gli altri utenti della tangenziale, ma accedendo da Tremestieri, Gazzi e Centro. La circolazione sul viadotto Ritiro continuerà per tutta la durata dei lavori, ed è proprio per questo che l'impresa che si è aggiudicata l'opera, si è fatta carico di realizzare l'uscita di Giostra che fungerà da by pass. Ed è proprio per questa prima opera che si rende necessario, per motivi di sicurezza, far confluire su unica corsia il flusso di mezzi da sud a nord, ancor prima dello svincolo di Boccetta. Da un lato, quindi, i disagi durante la sostituzione degli impalcati del malandato viadotto Ritiro, dall'altro, l'apertura di uno svincolo in uscita a S. Michele che, vista l'asfittica situazione delle casse comunali, sarebbe rimasta solo un sogno. Già nei primi mesi del prossimo anno, quindi, i mezzi che dall'altezza dell'area di sosta Trapani dovranno percorrere lo scivolo parallelo al viadotto, potranno, ad un certo punto, dirigersi anche verso S. Michele. Operazione inversa a quella che è possibile effettuare dal 15 maggio del 2013, e che senza dubbio servirà a decongestionare il traffico nel centro città. Sempre oggi, a proposito della viabilità alternativa sul viale Giostra per accedere in tangenziale verso Palermo, riunione di assessori e dirigenti dei dipartimenti viabilità e mercati per mettere a punto un piano legato al bisettimanale che si tiene lungo l'importante asse di collegamento. Divieto di sosta a ridosso dello spartitraffico in entrambe le carreggiate e il rispetto scrupoloso degli stalli che delimitano l'esposizione della merce da parte degli ambulanti, i provvedimenti dai quali non si può prescindere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi