messina

Lavori all'acquedotto,
disagi da mercoledì

Saranno eseguiti la prossima settimana i lavori per la sostituzione di un tratto di condotta del Fiumefreddo. L'intervento si rende indispensabile a causa della corrosione della grossa tubatura che mostra già delle piccolissime fenditure all'altezza di Portella S. Giorgio a Calatabiano.

Fiumefreddo, in nottata  riattivata la condotta

Doveva essere effettuato a metà luglio, ma l'incendio che ha distrutto il by pass di Calatabiano ha fatto slittare un intervento che non può più essere prorogato. La zona è sempre quella del centro etneo, ma a valle, poco distante dalla strada statale 114. Nella frazione di portella S. Giorgio va sostituito un tratto di condotta di circa 45 metri. La tubazione di un metro di diametro attraverso la quale l'acqua del Fiumefreddo giunge alla rete  comunale è corrosa in più punti e già il mese scorso si sono evidenziate delle perdite significative. Immediatamente l'Amam ha provveduto a far giungere sul posto la nuova condotta che è stata collocata parallelamente a quella danneggiata. Adesso è arrivato il momento di innestarla alle due estremità. Per far questo giungerà da Pisa una squadra di tecnici saldatori specializzati che in 12 ore circa dovrebbe completare l'intervento. Ovviamente, è necessario svuotare la condotta. E ciò avverrà a partire dalle 8 del 24 agosto. La distribuzione in città, quel giorno sarà tuttavia regolare, con l'acqua che nella notte precedente avrà riempito tutti i serbatoi della rete. E' da giorno 25 che si potrebbe creare qualche problema, ma non l'interruzione della distribuzione che invece dovrebbe avvenire il forma leggermente ridotta. I serbatoi si riempiranno con la sola acqua della condotta Alcantara che a Messina giungerà attraverso il by pass innestato mesi addietro a Furci Siculo.    Intanto procede l'iter   progettuale per l'intervento da effettuare a Forza d'Agrò prima che inizi l'inverno. Gli smottamenti del terreno, malgrado le palificazioni effettuate a gennaio scorso, consigliano un intervento di sostituzione. Già bandita la gara per la fornitura della tubazione da rimpiazzare. In questo caso ben 250 metri. Ma la fornitura richiesta è di 500 metri in considerazione del tratto di condotta che si spera presto servirà per rimpiazzare quella danneggiata dalla frana ad ottobre scorso e che, al momento, è rimpiazzata da tubi in polietilene e kevlar.

Commenti all'articolo

  • nino24

    18 Agosto 2016 - 20:08

    Ma basta! E' una vergogna! Ogni mese si deve intervenire per riparare! Ma lo vogliamo sistemare questo benedetto acquedotto una volta per tutte? Poi altra interruzione per Sant'Alessio , poi per Calatabiano quando sarà ecc.sempre che altre sventure non accadono!!!Siamo una vergogna nazionale ed internazionale!!ha soffrire siamo sempre noi messinesi nati un questa città veramente martoriata da anni

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi