MESSINA

Ancora rifiuti in città

Messinambiente continua a lavorare incessantemente per ripulirla entro il fine settimana quando scadrà l'autorizzazione ottenuta dalla Regione per conferire in discarica 350 tonnellate di rifiuti al giorno.

Ancora rifiuti in città

Nonostante la corsa contro il tempo di Messinambiente per ripulire la città entro il fine settimana la città è ancora invasa dalla spazzatura. Grazie al recente accordo con l'assessorato regionale all'Ambiente e con la Oikos, la società che gestisce la discarica di Motta S.Anastasia, Messinambiente può conferire 350 tonnellate di rifiuti fino al termine della settimana. Poi diventeranno 300, successivamente bisognerà trovare un accordo con la Oikos per stabilire le quantità di rifiuti che potranno essere trasportati. La sensazione è che questi pochi giorni non saranno sufficienti ad uscire dall'emergenza. Troppa spazzatura si è accumulata in queste settimane sui marciapiedi per riuscire a rimuoverla per tempo. E così anche oggi la città presenta il suo lato peggiore tanto nelle periferie quanto in centro. Queste immagini si riferiscono al viale Giostra, una strada oggi diventata doppiamente importante non solo per la sua funzione di arteria centrale ma anche perchè divenuta ormai strada di passaggio per i turisti. Grazie alla nuova segnaletica quanti sbarcano dalla Caronte e devono immettersi in autostrada devono percorrere il viale Giostra per raggiungere lo svincolo a San Michele. Ed ecco il biglietto da visita: cumuli di immondizia tutta attorno ai cassonetti regolarmente svuotati ed un cattivo odore che aleggia in tutta la zona. Una situazione che rischia di appesantirsi con il caldo previsto per i prossimi giorni. Intanto si moltiplicano gli incendi alle cataste di rifiuti. Perfino in pieno centro, a piazza Basicò vicino al santuario di Montalto è stato appiccato il fuoco ai sacchetti dell'immondizia ma roghi vengono segnalati in molte altre zone della città. Ed in questa situazione cresce la presenza di topi, blatte e zanzare. Soprattutto nelle periferie ma anche in centro sarebbero indispensabili interventi di disinfestazione e derattizzazione. Ma bisogna far presto. In molti quartieri la situazione è ormai divenuta insostenibile e la sopportazione della gente ormai al limite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi