Messina

Tornano in strada
altri 23 vigili

Da oggi e fino al prossimo 6 agosto. Intanto è già divenuta operativa la trasformazione a 32 ore settimanali dei contratti di altri 49 vigili urbani che finora avevano operato a 18 o 24 ore

Tornano in strada  altri 23 vigili

Più vigili in strada da questa settimana. Da oggi, infatti, riprendono servizio effettivo i 23 vincitori di concorso il cui impiego si era concluso un paio di mesi fa, dopo una esperienza durata tre mesi e mezzo.

Il drappello di uomini in divisa lavorerà, per certo, fino al 6 agosto ma è probabile che possa prolungare il proprio impegno fino alla fine dell’estate. Opereranno, specificatamente, per la viabilità. Sei saranno destinati alla zona sud e 17, invece, nella zona nord, dove la stagione balneare, dopo il maltempo di questo fine settimana, è destinata ad entrare nel vivo.

«Saranno utili, così come lo sono gli effettivi della Polizia municipale e gli uomini della Polizia provinciale soprattutto nell’area di Torre Faro - dice l’assessore Gaetano Cacciola - ma anche su tutta la riviera che sarà presa d’assalto per la fase clou dell’estate. Serve ordine per non intasare le strade».

I 23 “concorsisti” avevano già lavorato quest’anno dall’1 febbraio al 15 aprile. Poi arrivò una proroga mensile e, quindi, chiusero i loro primi 3 mesi e mezzo di contratto. A norma di legge ne possono svolgere massimo cinque in un anno e così per i restanti 45 giorni è arrivata intanto questa chiamata di tre settimane in attesa del nuovo ed ultimo prolungamento. Potranno arrivare fino a settembre solo nel momento in cui il bilancio consuntivo sarà approvato da Palazzo Zanca. Solo dopo il voto dell’aula (ma il documento in sé e l’accertamento residuo ordinario sono ancora al vaglio della Giunta, nonostante l’intervento di un commissario regionale ndc) , si potrà attingere all’avanzo vincolato che potrà finanziare gli ultimi 25 giorni di lavoro dei 23 giovani agenti. Ma intanto è già divenuta operativa la trasformazione a 32 ore settimanali dei contratti di altri 49 vigili urbani che finora avevano operato a 18 o 24 ore. Un quasi full time (che dovrebbe divenire tale dal 2018 secondo i piani di stabilizzazione del Comune) che consentirà, anche in questo caso, una maggiore incisività dell’azione degli uomini del comandante Calogero Ferlisi. Anche per loro si prevede molta attività a favore della viabilità (al contrario dei concorsisti loro possono operare in pattuglia mobile e, quindi, usare mezzi ) ma anche del controllo del territorio in genere. Reclamano il loro prezioso impegni settori delicati della vita quotidiana cittadina. Dalla lotta all’ambulantato selvaggio, che spesso ingolfa anche il traffico, all’osservanza delle regole nel conferimento dei rifiuti visto il proliferare delle discariche abusive. «Plaudire al traguardo raggiunto rispetto l’integrazione oraria del personale contrattista di Polizia municipale che allevia, finalmente, le impegnative incombenze del Corpo in tema di sicurezza e regolamentazione del traffico nel periodo più delicato dell’anno» e «alla pazienza dei 49 vigili che, dal 2010 hanno scelto in tre diversi interpelli di transitare nella Polizia municipale con il preciso impegno, da parte dell’Amministrazione, di una giusta implementazione dell’orario fino alle 32 ore settimanali – ha scritto la presidente del Consiglio Emilia Barrile. Impegno onorato grazie alla sinergia fra il mio ufficio le organizzazioni sindacali con la Giunta ed il direttore generale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto