MESSINA

Nasce "La mia Messina": un progetto moderno e giovane per muovere l'economia locale

L'assessore Daniela Ursino: "Innovativo sistema di condivisione". Un cittadino facendo acquisti nelle varie attività commerciali convenzionate avrà la possibilità di accumulare risparmi per successive spese e accrescere così il proprio potere d'acquisto

Nasce "La mia Messina": un progetto moderno e giovane per muovere l'economia locale

Sono già diversi i marchi e le aziende locali che hanno aderito a “La Mia Messina”, innovativo sistema di condivisione economica grazie al quale il cliente, facendo acquisti nelle varie attività commerciali convenzionate, avrà la possibilità di accumulare risparmi per successive spese e accrescere così il proprio potere d'acquisto. Un'autentica invenzione anticrisi: il progetto realizzato da giovani messinesi si poggia sulla piattaforma Wision 55, molto diffusa soprattutto al nord, e mira ad alimentare la produttività sul territorio creando una sorta di grande centro commerciale multimediale e fisico.

Sbarca dunque sullo Stretto la moderna “sharing economy”, che si basa sulla creazione di una comunity in cui acquirente ed esercente hanno un'interazione diretta. “La Mia Messina” avrà una sua identificazione geografica ma farà parte di un sistema ampio che raccoglie migliaia di utenti e tantissimi store di caratura nazionale ed internazionale, iscritti gratuitamente al portale. A battezzare il progetto l'assessore alla Politiche giovanili, Daniela Ursino: «E' un modello evoluto e avvincente, una realtà nuova che nasce dall'iniziativa e dall'idea di ragazzi capaci di creare qualcosa di diverso e che quindi vanno sostenuti. A questa fascia dobbiamo guardare con particolare attenzione, perchè è quella che può incidere sul tessuto economico cittadino presente e futuro». Al momento non vi è alcun accordo formale di partenariato con il Comune, però i promotori hanno già definito le procedure per la sottoscrizione di un'intesa.

Ma come funziona nello specifico il sistema? «Al cliente viene data l'opportunità di acquistare prodotti e servizi, online o nei punti vendita convenzionati, accumulando un “cashback” su un card fisica in stile fidelity - ha spiegato l'account manager per le attività commerciali, Alfredo Finanze - e garantirsi del denaro su una propria “app” da utilizzare successivamente al posto del denaro». Tutto ciò, come spiegato da uno degli imprenditori di Wision 55, Eddy Masiero, ha il duplice vantaggio di garantire dei risparmi fin dal primo acquisto ed alimentare il bacino d'utenza del commerciante fideilizzando la clientela. Un sistema nato a Verona che recentemente si è sviluppato anche al Centro-Sud, tra Roma, Napoli, Palermo e ora Messina. «Siamo in forte ascesa, al momento fanno parte del circuito 4300 imprese e più di 300 mila acquirenti - ha aggiunto il fondatore di Wision 55, Giuseppe Giura -. Entro fine luglio verranno inserite tutte le aziende messinesi, circa 150, inoltre verrà allestito un info point in città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi