messina

Una città intera in lutto

Bandiere a mezz'asta a palazzo dei Leoni e a palazzo Zanca in segno di lutto del comune e della città metropolitana di Messina per la morte di Lorena. Il sindaco Accorinti e al presidente del consiglio comunale Barrile domani parteciperanno ai funerali

lorena mangano

Il dolore sincero di un'intera città. Quella città che avrebbe dovuto prendersi cura di lei come una mamma e che invece l'ha strappata per sempre alla sua vera mamma. La bandiera di Messina resterà a mezz'asta fino a domani sera e il sindaco Renato Accorinti e la presidente del consiglio comunale Emilia Barrile, domani, alle 15.30, nella Chiesa di Cristo Re di Capo d'Orlando parteciperanno ai funerali di Lorena Mangano. Senza retorica, ma con grande dolore, amministrazione e consiglio comunale  di Messina, vogliono condividere con la famiglia il dolore profondo che anche tutti i messinesi stanno provando di fronte a questa tragedia immane. E non basta un minuto di silenzio in aula durante la seduta di oggi. Bisogna dare un senso a questa nuova tragedia, come a tutte le altre morti sull'asfalto. Per questa ragione il sindaco auspica che questi incidenti  siano da monito per tutti coloro che comunemente non rispettano le regole, affinchè evitino l'alta velocità e gli abusi di alcool. La presidente Barrile invita il consiglio ad aderire alla petizione lanciata dalla presidente dell'associazione Familiari e Vittime della Strada, Pina Cassaniti Mastrojeni, perchè venga istituita la Giornata Nazionale della Memoria delle Vittime della Strada, aderendo a quella mondiale dell'Onu, nella terza decade di novembre. Ricordare chi ha perso la vita sull'asfalto- scrive la signora Mastrojeni ci aiuterà a compiere gli ulteriori passi a favore della prevenzione, per salvaguardare il valore della vita, della salute, della verità e della giustizia per tutti, perchè non ci siano più né vittime, né imputati. Oggi è lutto anche all'Università di Messina dove Lorena frequentava il corso di laurea in Scienze Motorie. E proprio in quella sede, nella cittadella dell'Annunziata, dove Lorena coltivava con amore e impegno  la passione innata per lo Sport, domani si fermerà la manifestazione "Giochi senza frontiere" promossa dal Cus Unime 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi