messina

Donna morta dal dentista, presto l'autopsia

Non ci sono ancora indagati per la morte della 32enne stroncata da arresto cardiocircolatorio ieri mattina in uno studio dentistico di via San Camillo dopo essere stata sottoposta ad anestesia locale per l'estrazione di un dente. Nei prossimi giorni all'obitorio del Policlinico sarà eseguita l'autopsia

Anestesia letale,  muore giovane madre

Foto A. Villari

Che cosa ha provocato la morte di Veronica Tedesco, la trentaduenne che ieri mattina stava per sottoporsi all'estrazione di un dente dopo un'anestesia  di routine in uno studio dentistico  di via San Camillo? E' il principale quesito al quale dovrà rispondere l'autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni all'obitorio del Policlinico dove il corpo della donna è stato trasferito. Arresto cardiocircolatorio causato probabilmente da choc anafilattico la prima diagnosi del medico legale intervenuto sul posto. Ma siamo ancora nel campo delle previsioni. Bisognerà scoprire quali farmaci la donna abbia assunto e le modalità con cui è stata eseguita l'anestesia. Quel che è certo è che Veronica Tedesco non soffriva di patologie particolari ed in passato era stata sottoposto perfino ad anestesie generali. 

Per la sua morte il sostituto procuratore Marco Accolla sta valutando se effettuare iscrizioni nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di omicidio colposo. Per il momento ha  sottoposto a sequestro lo studio medico. 

Ieri dentista ed anestesista sono stati sentiti fino a tarda sera dagli investigatori della sezione Volanti insieme con la segretaria che si trovava nello studio al momento della tragedia. 

Veronica Tedesco, madre di una bambina di tre anni, si era recata dal dentista accompagnata dal marito e dal padre. Doveva essere un  banalissimo intervento per l'estrazione di un dente. L'anestesista le ha praticato la puntura per addormentarle la parte interessata. Probabilmente non le aveva neanche somministrato l'intera dose quando la donna si è sentita male, ha perso conoscenza e poco dopo è morta. Il dentista ha subito chiesto aiuto ad alcuni colleghi di un vicino studio medico ma per la giovane mamma non c'era più niente da fare. Quando in via San Camillo è giunta l'ambulanza del 118 Veronica era già morta. Una tragedia alla quale ora bisognerà dare una risposta. C'è una famiglia e soprattutto una bambina di tre anni che devono sapere la verità. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi