Palazzo Zanca

Carbone (PD)
dice No al bilancio

"Ancora una volta ci risulta impossibile votare il bilancio presentato - con estremo ritardo - dal sindaco Accorinti." Così Ernesto Carbone commissario del Pd messinese.

Il Pd: "Incredibile che Eller sia entrato in Giunta"

"Le obiezioni che il Pd adduce non sono pretestuose ma reali. Siamo alla quinta riformulazione del bilancio - un unicum nella storia amministrativa di questo Paese - e nulla è cambiato rispetto al passato. Mancano ancora le delibere per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio e l'inserimento degli interessi passivi sui pagamenti in ritardo. Dettagli non da poco che incidono notevolmente sulle spese della città. Senza questi elementi come puó essere attendibile il bilancio che Eller e Accorinti hanno presentato in consiglio?" "Forse per la fretta di portare a casa il bilancio il sindaco e l'assessore si sono "dimenticati" di ridurre la tasi e di rivedere le aliquote." Sono peró spariti 51 milioni di euro dalle voci di bilancio versione IV. Cose che neppure il mago Silvan e noi a scatola chiusa dovremmo votarlo?"
"Solo un irresponsabile potrebbe dire si a questo documento che viene spacciato per bilancio di una città."
"Messina - continua Carbone- ha bisogno di altro. Non è una Corrida dove ci si improvvisa. Il tempo dei dilettanti allo sbaraglio - fiancheggiati da Genovese - deve necessariamente terminare per il bene di tutti i messinesi."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi