op. matassa

Interrogato per 3 ore
anche Pippo Capurro

Sono proseguiti anche oggi gli interrogatori delle persone coinvolte nell'operazione Matassa. E' toccato all'ex consigliere di Forza Italia Giuseppe Capurro rispondere alle domande del gip Maria Teresa Arena

Interrogato per 3 ore  anche Pippo Capurro

foto villari

Circa tre ore di interrogatorio durante il quale, assistito dagli avvocati Nino Cacia e Daniela Agnello, Capurro si è difeso sostenendo di avere sempre aiutato chi gli chiedeva aiuto durante il periodo in cui è stato impegnato in politica, a partire dal 1994. Nessuna richiesta di voti in cambio avanzata al figlio del boss Ventura, alla base del suo interessamento per agevolare le pratiche sull'apertura di un esercizio commerciale, ha detto al giudice Capurro rimarcando il fatto di averlo solo indirizzato negli appositi uffici comunali. Sottolineato inoltre che alle amministrative del 2013 non è riuscito ad essere riconfermato con le 752 preferenze totalizzate. Ha chiarito il suo rapporto con i Pernicone che lo avrebbero chiamato solo per avere un contatto con l'on. Germanà per ottenere un lavoro dal suocero, l'imprenditore edile Ricciardello. I legali di Capurro stanno adesso valutando se chiedere, al termine degli interrogatori, la revoca della custodia cautelare per il loro assistito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi