clamoroso addio

Sturniolo e Lo Presti
pronti a dimettersi

Sono pronti a lasciare il loro posto in Consiglio Comunale Gino Sturniolo e Nina Lo Presti. Oggi hanno consegnato le loro riflessioni al sindaco Accorinti e formalizzeranno la decisione nei prossimi giorni

Sturniolo e Lo Prestipronti a dimettersi

L'Operazione Matassa e il dibattito che ne è scaturito in città  ha fatto sciogliere loro le ultime riserve. Gino Sturniolo e Nina Lo Presti vogliono lasciare il Consiglio Comunale a tre anni dalla loro nomina nelle liste che sostenevano il Sindaco. Ed  è proprio a Renato Accorinti che nel primo pomeriggio hanno consegnato le loro riflessioni sulla gestione di Palazzo Zanca. "Non ci vogliamo riciclare con gli eventi. Non debbono essere gli accadimenti a governare le scelte, ma noi  cavalcarle" dice Nina Lo Presti dopo aver incontrato Accorinti. " Ha provato a farci cambiare idea, ma il suo ragionamento non ci ha convinto. La decisione è stata presa, la condivideremo con altri compagni di questa avventura e poi la formalizzeremo. Vogliamo dimetterci seguendo il solco della nostra coerenza politica. La vicenda dell'intreccio mafia-politica emerso da Matassa ha accelerato questo processo di consapevolezza che non siamo fatti per questo modo di interpretare la politica, così come invece, emerge dalla maggior parte dell'Aula".

Se, come sembra, le dimissioni dovessero essere formalizzate nei prossimi giorni, al posto dei due esponenti, oggi del gruppo Misto, subentrerebbero Cecilia Caccamo, compagna del sindaco, e Maurizio Rella ( in caso di rinuncia, il terzo sarebbe Enrico Di Giacomo). "Comunque non lasceremo prima che sia stata definita la vicenda del bilancio. Non vogliamo avere atteggiamenti ostruzionistici" 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi