Messina

Policlinico, voragine
in un parcheggio

Policlinico, voragine  in un parcheggio

Dopo il crollo di grossi calcinacci dal tetto del padiglione “E”, il 18 febbraio scorso, con 4 auto semidistrutte, una gravemente danneggiata, ieri pomeriggio un’altra preoccupante situazione di rischio – fortunatamente di entità minore – si è verificata nell’area di parcheggio prossima al padiglione “C”, nelle vicinanze della banca e dell’uscita semaforica sullo svincolo Gazzi. Un’ampia e profonda voragine si è aperta all’improvviso ed un’auto lì parcheggiata, un’Opel Corsa, ha riportato alcuni danni nella sua parte anteriore. Non è ancora chiaro da che cosa sia dipeso lo schianto di una consistente porzione della copertura bituminosa, l’ipotesi più probabile è quella di una perdita idrica che ha eroso lo strato sottostante al conglomerato bituminoso. Oggi sicuramente l’origine di questo (si spera) limitato fenomeno di dissesto sarà studiata dai tecnici, e sarà al centro di un intervento manutentivo straordinario da parte di una ditta incaricata dalla direzione generale dell’Aou.

Anche in questo caso (come in occasione del crollo di calcinacci cui ha fatto seguito un’ampia manutenzione dei prospetti del padiglione “E” e al contempo l’avvio delle verifiche su tutte le altre strutture) una tempestiva e generale azione di controllo dei sottoservizi delle aree di parcheggio viene data, ragionevolmente, per scontata.(a.t.)

Commenti all'articolo

  • verità

    04 Maggio 2016 - 10:10

    Le strade di Messina sembrano una gruviera ma si pensava almeno i Policlinico fosse esente ed invece..........

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto