Messina

Gambizzazione a Giostra
Un altro muro d’omertà

Gambizzazione a Giostra  Un altro muro d’omertà

Un altro granitico muro di omertà – dopo quello che ha ostacolato la soluzione dell’omicidio De Francesco a Camaro – si frappone adesso, a Giostra, alle indagini condotte dalla Mobile sulla gambizzazione di Angelo Arrigo compiuta venerdì all’ingresso del mercato. Gli investigatori hanno già ascoltato una quindicina di persone tra cui alcuni familiari della vittima: nessun elemento utile è stato acquisito, finora, per poter risalire all’identità del sicario che ha sparato al 27enne con un fucile a canne mozze, alle 11 del mattino e in un’area molto affollata. Un sicario efferato in “stile Gomorra” che avrebbe potuto uccidere la vittima della sua “punizione” in stile mafioso ed anche causare la morte di qualche passante.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi