MESSINA

Fusione Irccs-Piemonte, c'è ok del ministero economia

Ci sono tutti i pareri positivi necessari perchè l'assessore regionale alla salute Baldo Gucciardi possa pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo.

Fusione Irccs-Piemonte, c'è ok del ministero economia

A comunicare la notizia stamattina Beppe Picciolo, leader di Sicilia Futura che tanto ha lottato insieme con altri deputati come Garofalo, Germanà, Mancuso e Formica, per fare in modo che la storica struttura ospedaliera del centro cittadino non chiudesse i battenti per sempre. L'attesa firma che mancava al decreto attuativo della legge 24 di accorpamento dell'ospedale Piemonte all'Irrcs Neurolesi, quella del Ministero dell'economia, è finalmente stata posta ieri al documento, solo con qualche piccola prescrizione di natura tecnico contabile. Dopo i pareri dei due Ministeri competenti quello della Salute e quello dell'economia il documento arriverà sul tavolo dell'assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, che lo pubblicherà sulla Gazzetta Ufficiale. Finalmente le due aziende interessate, la Papardo-Piemonte e l'Irccs Neurolesi potranno iniziare a lavorare, dopo mesi di se e di ma, su basi concrete. Uno stand by per il nosocomio di viale Europa che non era più sostenibile e che adesso, su input anche del sottosegretario Davide Faraone, è stato superato. Nell'operazione il Papardo dal proprio budget, riuscirà a recuperare 8 milioni 150 mila euro da dare all'IRCCS per finanziare il pagamento di una parte del personale che transiterà in viale Europa. Di contro l''Irccs chiederà al personale medico e paramedico la conferma delle preferenze già fatte dai dipendenti per i trasferimenti definitivi. In virtù dell'applicazione di quanto previsto dalla legge regionale n. 24, i posti da assegnare all'IRCCS sono 49 a cui si aggiungeranno 31 posti per la riabilitazione e 4 per gli hanseniani. Oltre questi numeri sono previsti 16 posti letto cosiddetti tecnici, otto per il pronto soccorso e otto per una stroke unit di primo livello. Sul versante personale l'azienda Papardo ha inviato qualche giorno fa all'assessorato regionale le piante organiche con le prescrizioni richieste.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi