lega pro

Messina d'emergenza
contro il Lecce

Ancora un impegno difficile per il Messina che alle 15.00, al Franco Scoglio, ospiterà il Lecce, formazione in piena zona play-off che non ha perso del tutto le speranze di agganciare il primo posto. Parecchi gli indisponibili tra i peloritani.

Messina, scoppia grana dimissioni

Avversario forte e scelte obbligate. Per il Messina non è certo un bel momento. A sorridere è solo la classifica con i peloritani a distanza di sicurezza dalla zona play-out quando ormai restano da giocare solo quattro partite. Alle 15.00 contro il Lecce, per il tecnico Lello Di Napoli non sarà difficile fare la formazione visto che infortuni e squalifiche riducono sensibilmente le scelte. Campionato finito per il portiere Berardi che a Castellamare di Stabia ha riportato un trauma significativo ad una vertebra. Al suo posto pronto Addario. In difesa, invece, indisponibili Ionut e Barilaro , il primo per un problema muscolare, il secondo per la rottura del legamento crociato del ginocchio. In mezzo assenze pesanti. In un solo colpo non ci saranno lo squalificato Baccolo e Giorgione che ha una caviglia in disordine. In attacco out anche Scardina per una tallonite. Problemi vari, poi, per Barisic. Cocuzza e Padulano sono recuperati ma non sono al top. Alla luce delle assenze non sono da escludere novità sul sistema di gioco. Il consueto 4-3-3 potrebbe essere rivisto. A parziale soddisfazione ci sono i recuperi dei difensori Martinelli e De Vito e del centrocampista Giuseppe Russo, tutti, comunque, non al meglio. Nel Lecce tre le assenze annunciate. Sono quelle degli attaccanti Curiale e dell’ex Surraco e del difensore Freddi. I salentini, distanti quattro punti dalla capolista Benevento, hanno toppato il doppio turno interno con Matera e Akragas e, adesso, più che al primo posto, devono pensare a difendere e migliorare la posizione all’interno della zona play-off anche se alla penultima giornata è in programma proprio lo scontro diretto con i sanniti. Per il Messina, intanto, non ci sono solo brutte notizie. La società ha provveduto al pagamento ai tesserati di stipendi e contributi, superando brillantemente il temuto scoglio della scadenza di aprile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

De Luca, ecco le querele

De Luca, ecco le querele

di Maurizio Licordari

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari