Capo d'Orlando

Chiude Villa Piccolo, "la burocrazia uccide"

Chiude Villa Piccolo, "la burocrazia uccide"

Chiude villa Piccolo, la casa-museo di una famiglia di poeti sognatori e di artisti visionari cugini di Giuseppe Tomasi di Lampedusa autore del "Gattopardo". "Chiudiamo perché così ha deciso la burocrazia regionale" dice il presidente della Fondazione, Giuseppe Benedetto, che si è dimesso nel corso dell'ultima seduta del consiglio di amministrazione. Il cda ha scritto un duro atto d'accusa contro la "demenziale inettitudine della più famigerata burocrazia regionale, unita all'incapacità e al disinteresse di una classe politica a porre argine a tanta nefasta invadenza".
E' una protesta contro il blocco di 180 mila euro per una mostra degli acquerelli di Casimiro Piccolo ("Fantasie visionarie") al teatro greco di Taormina. Alla Fondazione era assegnata una quota dei biglietti. Ma la Regione non ha liquidato la somma per una differenza di 50 centesimi. La Fondazione si è trovata di fronte a difficoltà aggravate da tagli e ritardi dei contributi regionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto