messina

Comune senza bilancio,
la paralisi si avvicina

Passerà ancora almeno una settimana per l'approvazione del bilancio di previsione '15. Ormai è paralisi in tutti i servizi e da lunedì potrebbe fermarsi la raccolta dei rifiuti

Comune senza bilancio, la paralisi si avvicina

La richiesta di chiarimenti alla ragioneria è datata 7 aprile. I revisori dei conti hanno ricevuto il I aprile alle 20,30 la delibera della giunta esitata il 31 marzo. I revisori dei conti si sono messi subito al lavoro e hanno trovato delle incongruenze definite sensibili ai fini del rilascio del parere favorevole al previsionale 2015, ancora, quindi, non approdato in consiglio comunale. In particolare si sono soffermati su alcuni sforamenti di spesa rispetto a quanto era possibile, visto che si lavorava in dodicesimi ( e ad oggi è ancora così ). Dagli uffici della contabilità ancora nessuna risposta ufficiale, ma soltanto tentativi ufficiosi di individuare soluzioni condivise. Ma per il presidente del collegio Dario Zaccone i numeri parlano chiaro e quindi le risposte devono essere chiare e dirimenti. Tutto permette di affermare che anche questa settimana sia trascorsa invano e che di questo passo neanche a fine aprile l'aula potrà votare la delibera. Con tutto ciò che ne consegue. L'attesa continua, quindi, ma anche sul fronte dell'esito dell'udienza di ieri alla Corte dei Conti, dove l'amministrazione comunale ha illustrato la memoria in risposta alle preoccupanti osservazioni del magistrato istruttore, Gioacchino Alessandro, sul bilancio consuntivo 2014. Palazzo Zanca è sempre più allo sbando. La crisi investe ogni settore dei servizi cittadini e siamo sull'orlo di una nuova emergenza rifiuti. Il commissario liquidatore di Messinambiente, Giovanni Calabrò, dichiara di avere soltanto pochi spiccioli in cassa e il pericolo reale è che debba fermare la raccolta dalla prossima settimana perchè impossibilitato persino ad acquistare il carburante per gli autocompattatori. Con tutte queste premesse sarà una seduta accesa quella straordinaria di domani, alle 14, durante la quale il sindaco Accorinti, come richiesto dalla presidente Emilia Barrile. presenterà i due nuovi assessori: al Bilancio, Luca Eller, (che già è stato in prima Commissione lunedì) e alla Cultura, Daniela Ursino, che però si insedierà ufficialmente il 2 maggio. Le premesse non sono delle migliori. I consiglieri sono molto indispettiti dalle continue assenze dei vari componenti della giunta dalle sedute di commissione a cui sono invitati. E domani stigmatizzeranno questo costume. Inoltre oggi dal gruppo Grande Sud sono partite due lettere indirizzate al sindaco. Nella prima Paolo David gli dice che dovrebbe provare vergogna nel non riuscire a dare alcuna risposta alla cittadinanza né in termini di vita quotidiana, nè di progetti di rilancio per il futuro. Benedetto Vaccarino gli chiede, invece, spiegazioni sulle continue modifiche alla viabilità, specie in centro città dov'è stata rivoluzionata. Il capogruppo teme che sia stata violata la legge, dato che ogni variazione al Put è di esclusiva competenza del consiglio comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi