Dura 25 minuti

Crocierismo, un video americano esalta Messina

La “Princess Cruise” lo ha realizzato solo per 5 porti italiani

Crocierismo, un video americano esalta Messina

Esiste e cresce un’altra Messina, con scenari lontani da emergenze e veleni. Si profilano due novità positive nell’ambito della stagione crocieristica 2016, decollata due giorni fa. Le navi prenotate fino al 31 dicembre 2016, com’è noto, sono 187, pari al 18 % in più rispetto alla stagione 2015. Quello che non si conosce forse abbastanza, e su cui l’Autorità portuale e il Comune terranno presto una conferenza stampa, sono molte novità (alcune perfezionate, altre in discussione) a coronamento di un lungo lavoro di marketing, pubblico e privato, in un quadro di vera, rara collaborazione. Ne anticipiamo alcune auspicando che i miglioramenti ancora oggetto di confronto possano concretizzarsi.

La prima novità, sintetizzata dal funzionario dell’Autorità portuale Cristiana Laurà e dall’esperto gratuito comunale per il crocierismo, Marco Bellantone, è qualcosa che dà speranza per la città. La Compagnia “Princess Cruise” (rientrante nella galassia Carnival) di concerto con la Med Cruise (l’associazione dei porti crocieristici mediterranei) e con l’agenzia De Marco-Agemars, ha scelto Messina e altri 4 porti d’Italia per un progetto sperimentale denominato “Partnership Pilot Ports” che promuove i territori a beneficio dei crocieristi. Sia prima dell’acquisto della crociera, nel sito internet, che durante la navigazione. La compagnia ha commissionato a due registi americani la preparazione di due video, l’uno di 20 secondi e l’altro di 25 minuti, in cui i tesori di città e provincia vengono illustrati ai turisti, in modo coinvolgente, con splendide riprese ed interviste mirate. E mentre la nave farà rotta verso la nostra città sarà una “personalità messinese” ospitata a bordo per approfondire ulteriormente i contenuti del video.

Tutto ciò avverrà in occasione dei quattro sbarchi che la nuova ammiraglia “Royal Princess”(3560 passeggeri più l’equipaggio) effettuerà quest’anno. Basta guardare ai porti prescelti in Europa, assieme al nostro, per rendersi conto di come il crocierismo internazionale valuti il porto di Messina in modo assolutamente favorevole. Grazie a molti standard che comprendono i servizi, la posizione, la sicurezza. E pensare che molti altri fattori hanno ancora ampi margini di crescita

_______________________________

Ai vertici europei

Promozione d’autore

I porti-città interessati da “Pilot Projects Ports” sono cinque in Italia: con Messina, Civitavecchia (Roma), Genova, Livorno e Napoli.

In Europa cointeressati al progetto Barcelona e Cartagena, Gibilterra, Creta, Instanbul, Kusadasi, Marsiglia, Monte Carlo, Mykonos, Atene, Santorini, Toulon, Valencia e Valletta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi