Messina

Pitbull azzanna bassotto e ferisce un uomo alla mano

Pitbull azzanna bassotto e ferisce un uomo alla mano

Un drammatico episodio, dalle conseguenze gravi per un cane (un esemplare di bassotto tedesco) e assai spiacevoli per il suo cinquantenne proprietario, che ha anche riportato ferite guaribili in cinque giorni, si è verificato ieri mattina alle 8.30 lungo la Panoramica in prossimità dell’edicola.

È accaduto che un pitbull, sfuggito poco prima al suo proprietario, ha aggredito il bassotto che passeggiava al guinzaglio di una coppia di cinquantenni residente nella zona. Il grosso cane marrone ha morso allo stomaco l’esemplare più piccolo e ha poi addentato alla mano il proprietario del bassotto che coraggiosamente ha tentato di liberare il suo animale dalla morsa del pitbull. L’aggressione avrebbe potuto diventare presto drammatica anche per l’uomo se non fosse prontamente intervenuto a prestargli aiuto un trentenne di passaggio nei pressi dell’edicola. Alla fine i due uomini insieme sono riusciti in qualche modo ad allontanare il cane così aggressivo ed hanno subito chiamato la centrale operativa della polizia municipale. Sul posto sono arrivati i vigili urbani della sezione di Ganzirri e poi gli agenti del nucleo benessere degli animali con l’annesso servizio di accalappiacani. L’animale è stato presto accerchiato e bloccato mentre il povero bassotto gravemente ferito veniva trasportato d’urgenza in una clinica veterinaria di via Industriale dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Vi si trova tuttora ricoverato, in prognosi riservata, e solo oggi sarà possibile verificare meglio le sue possibilità di sopravvivenza e di ripresa. Nel frattempo il proprietario del bassotto è stato medicato al pronto soccorso del Papardo per le ferite alla mano. Gli stono stati applicati alcuni punti, guarirà in 5 giorni.

Il nucleo benessere, coordinato dal commissario capo Biagio Santagati (che da oggi dirige anche la squadra Annona) ha provveduto in mattinata alla ricerca e identificazione del proprietario del pitbull scappato ieri mattina, risultato un residente a Pace cui il Comune aveva dato in adozione, un mese fa, lo stesso animale, iscritto all’anagrafe canina e regolarmente microchippato.

Oggi sarà ascoltato dai vigili per la definizione delle eventuali responsabilità. Al momento, il pitbull gli è stato riaffidato ma dovrà essere visitato per 15 giorni di fila dai veterinari secondo la profilassi in vigore, dopo i morsi, per eventuale contagio di rabbia. «Patologia che in città non si rileva da 80 anni – spiega Santagati – ma il controllo è dovuto quando un cane morde altri cani o l’uomo».(a.t.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi