Milazzo

Ztl sulla Marina Garibaldi, insorge la Confcommercio

Le contestate modifiche alla viabilità in centro città

Ztl sulla Marina Garibaldi, insorge la Confcommercio

La Confcommercio provinciale interviene ancora una volta sulle vicende legate al piano del traffico di Milazzo, contestando le scelte dell’amministrazione comunale che sarebbero causa di allontanamento dei potenziali acquirenti dai negozi del centro città. «Chiediamo subito un confronto con gli amministratori – afferma Carmelo Picciotto, presidente provinciale della Confcommercio – perché non vogliamo che Milazzo possa ripercorrere la stessa strada imboccata dal Comune di Messina. Prima di apportare modifiche sostanziali al piano viario è opportuno che l’Amministrazione si confronti con le associazioni di categoria. Ciò che sta accadendo a Milazzo con la Ztl della Marina Garibaldi è qualcosa di aberrante. I commercianti del centro stanno soffrendo e non si può rimanere fermi rispetto al grido di dolore che proviene dalla nostra categoria».

Come si ricorderà, nei giorni scorsi, i commercianti del centro di Milazzo hanno anche inviato all’amministrazione comunale una lettera recante oltre cento firme, proprio sul tema della viabilità, ma fino ad oggi – fa sapere Pippo Russo, rappresentante locale di Confcommercio – non s’è fatto nulla.

E sempre ieri l’associazione Direzione Milazzo e il Comitato commercianti Milazzo, rappresentate rispettivamente da Ciccio Di Giovanni e Fabio Milici, hanno fatto sapere di aver depositato una petizione avente per oggetto l’eliminazione dei parcheggi al centro della carreggiata e il ripristino della condizione preesistente sul lungomare Garibaldi, l’inversione di marcia della via Cumbo Borgia, il tempestivo ripristino della sosta a pagamento con tariffe diversificate per zona e l’istituzione di due aree parcheggio a levante e ponente collegate con servizio pubblico.

«La larga partecipazione della cittadinanza nei giorni del banchetto – afferma Ciccio Di Giovanni, presidente dell’Associazione direzione Milazzo – dimostra che il tema è fortemente sentito in città. Proprio per questo abbiamo velocemente raggiunto le mille firme».

«Anche i commercianti della zona – afferma Fabio Milici, rappresentante del Comitato commercianti Milazzo – si sono prodigati per la positiva riuscita della petizione, nella duplice veste, sia di operatori, che di cittadini, raccogliendo agevolmente l’adesione di moltissimi residenti della zona e non solo».(r.m.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi