CALCIO

Messina rigenerato, ora sogna impresa nel derby

Con la terza vittoria consecutiva, ottenuta ieri a spese del Melfi, il Messina ha raggiunto, con largo anticipo, la salvezza, l’obiettivo stagionale fissato dalla società. La squadra peloritana, adesso, vuole finire alla grande il campionato e punta al colpaccio giovedì pomeriggio a Catania.

Messina, pari in campo e vittoria sugli spalti

Che la gara con gli etnei, oggi battuti dall'Akragas per 3-2 ed in piena zona play-out, sia diversa da tutte le altre è certificato dalle richieste esplicite di vittoria ai calciatori da parte dei tifosi peloritani che dovranno accontentarsi di guardare il derby in TV dal momento che le autorità preposte, che come all’andata, hanno vietato la vendita dei biglietti nel settore ospite. Il Messina giocherà il  match con il Catania, in programma giovedì prossimo,  con tranquillità, forte di una invidiabile posizione di classifica. Il tris di vittorie con Lupa Castelli, Foggia  e Melfi ha riportato un certo entusiasmo nell’ambiente, il modo migliore per programmare il prossimo campionato. Contro i lucani, il Messina ha dovuto giocare con grande attenzione e con pochissime sbavature ma con ferocia e determinazione ha trovato la rete che serviva. Una partita nata tra mille difficoltà e complicata dagli infortuni, prima di Zanini e poi di Bramati. Il tecnico Lello Di Napoli è stato, però, capace, dimostrando di sapere leggere la partita, di rimettere il Messina  a posto sul piano tattico, inserendo ad un certo punto della gara anche un quarto attaccante Padulano, recuperato in extremis come Cocuzza, altro infortunato lungodegente rimasto in panchina. Da segnalare l’ottima prova di Martinelli, tornato a guidare la difesa con autorità mentre in avanti Tavares, dopo aver recuperato una discreta condizione fisica ha dimostrato, con una prodezza, di abbinare praticità e concretezza, timbrando la sua sesta rete stagionale, strappando una conferma per la prossima stagione. Il Messina è ritornato ad attirare simpatie per lo spirito combattivo, qualcosa che esula dal risultato finale ed è sembrato in netta ripresa anche fisica. La nota negativa è rappresentata dal lungo elenco di infortunati che limiterà le scelte per il derby. Da valutare Burzigotti, Barisic, Giuseppe Russo più non che si, praticamente fuori  Zanini e Bramati. A Catania, però,  rientrerà Giorgione che darà sostanza in mezzo. Nonostante tutto i tifosi giallorossi sognano l’impresa per dare un senso diverso al finale di torneo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi