Messina

L'antico mestiere
della molluschicoltura

Visite guidate, relazioni, dibattiti e percorsi gastronomici hanno caratterizzato l'evento "Meet the Mytilus", nella riserva naturale di Capo Peloro

L'antico mestiere della molluschicoltura

Grande partecipazione e ottima sinergia per "Meet the Mytilus" evento svoltosi nella riserva di Capo Peloro, tra il suggestivo paesaggio del lago piccolo e la Sala "Vincenzo Consolo" dell'Horcynus Orca. Una giornata interamente dedicata ad uno dei prodotti della nostra terra più apprezzati e conosciuti, il Mytilus Galloprovincialis, la cozza. Escursioni, mostre e tavoli tecnici messi a punto ed organizzati dal Lions Club Messina Host, presidente la dottoressa Angiola Cutrona con la partecipazione della Pro Loco Capo Peloro ed il patrocinio di Messina Città Metropolitana. Nella mattinata, presso gli impianti di coltivazione delle cozze nei luoghi della S.A.Co.M. srl, via Pantanello, Torre Faro, gli aderenti alla manifestazione hanno partecipato ad una escursione in barca nelle acque del lago piccolo alla scoperta dei sistemi di raccolta delle cozze, circondati dalle meraviglie paesaggistiche e della fauna. Spiegate anche le fasi di trasferimento dei mitili negli impianti di depurazione dove attraverso specifici macchinari vengono ripuliti e confezionati per la grande distribuzione. A partire dalle 16:30, si è svolta la Mostra fotografica dell'artista Gaetano Rallo presso la Sala Vincenzo Consolo - Fondazione Horcynus Orca, Capo Peloro ed una visita guidata al Macho, Museo d'Arte Contemporanea Horcynus Orca.
Dalle 17:30, durante la tavola rotonda, affrontati temi legati alle antiche arti e i mestieri della tradizione siciliana e allo sviluppo economico del territorio. Approfonditi tutti gli aspetti pratico-commerciali, la differenziazione delle colture tra lago piccolo e lago grande, le coltivazioni, la rivalutazione della cozza prodotto nostrano funzionale anche alla crescita economica. Intervenuti la dottoressa Angiola Cutrona Presidente Lions Club Messina Host, l'architetto Andrea Donsì, delegato distrettuale al concorso "Antiche arti e mestieri della tradizione siciliana", il Prof. Salvatore Giacobbe, Associato di idrobiologia presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN con "La cozzula di Ganzirri" una lunga affascinante storia, il prof. Antonio Pugliese, il Sig. Giuseppe Arena : "Il mestiere dell'antico cozzaro", la dottoressa Maria Rosaria Arena, amministratore della SACOM srl, l'ingegnere Salvatore Ruello, presidente della Cooperativa Lago grande , il Prof. Luigi Manasseri, docente di fisiologia umana, Giuseppe Mangraviti, direttivo Pro Loco Capo Peloro, il Dott. Saro Gugliotta, presidente Slow Food Sicilia
All'ora di pranzo e per cena, i ristoranti riuniti per Capo Peloro hanno previsto nei loro menù piatti tipici a base di Mytilus Galloprovincialis/cozza: un percorso di riflessione, quindi, che non ha escluso la possibilità di gustare le specialità gastronomiche dei nostri luoghi. Soddisfazione generale coinvolge tutti gli enti e le associazioni organizzatrici dell'evento salutato come una prima - e si augura si continui in questa direzione - occasione di crescita culturale, sociale ed economica del territorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi