Messina

"La spoliazione
del Pronto soccorso"

Denuncia dei sindacati sul trasferimento di alcuni macchinari dal reparto dell'ospedale Piemonte al Papardo

"La spoliazione del Pronto soccorso"

La Uil-Fpl di Messina e l’ANAAO-ASSOMED regionale, attraverso una nota firmata rispettivamente da Pippo Calapai e Pietro Pata, denunciano il trasferimento di apparecchiature sanitarie dal Piemonte al Papardo. “Infatti, in contrasto con quanto previsto dal comma 6 della Legge Regionale 24/2015, - si legge nella nota - che prevede che il Direttore Generale dell’ex Azienda Ospedaliera Papardo-Piemonte deve assicurare la migliore funzionalità del Pronto Soccorso e dei Servizi e dei Reparti correlati del P.O. Piemonte, la Direzione Generale, attraverso una disposizione di servizio a firma del Direttore Amministrativo dott. Moncada, peraltro senza alcun preavviso nei confronti dei responsabili del complesso operatorio, ha disposto il trasferimento di alcune apparecchiature in dotazione al Complesso Operatorio del P.O. Piemonte, per essere allocate nel Complesso Operatorio del P.O. Papardo”.

Infine i sindacalisti fanno rilevare che: “Tali apparecchiature a parere del Personale Medico in servizio presso il Complesso Operatorio del P.O. Piemonte risultano essere indispensabili e insostituibili per garantire l’emergenza/urgenza di tutte quelle specialità che usufruiscono del complesso operatorio. Pertanto, le scriventi Organizzazioni Sindacali fortemente preoccupate per la sorte dell’Ospedale Piemonte, la cui mission viene messa fortemente in discussione dall’azione amministrativa del manager dell’A.O. Papardo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi