messina

Approdo Tremestieri, dragaggio e polemiche

Dovrebbero scattare tra due giorni le operazioni di dragaggio per rendere totalmente agibile il porto di Tremestieri. Intanto l'assessore Pino punta l'indice sugli armatori che starebbero sottoutilizzando gli approdi con conseguente invasione di tir in città.

Approdo Tremestieri, dragaggio e polemiche

E pensare che questa volta si era stato detto che l'intervento   non avrebbe avuto bisogno delle autorizzazioni regionali che tanto tempo avevano fatto perdere nelle precedenti occasioni. Le ultime analisi   dei campioni di sabbia prelevati alla bocca del bacino, sono   già state spedite all’Arpa e domani pomeriggio arriverà il via liberà. Così, dopo domani mattina la speciale imbarcazione  potrà entrare in azione per  prelevare i circa 10.000 metri cubi di materiale che sono entrati a fine febbraio. Operazione che secondo le previsione potrebbe essere completata entro la fine della settimana entrante. Il tutto si svolgerà mentre le bidirezionali continueranno a fare la spola con il porto di Villa S. Giovanni.  A proposito delle corse che sarebbero risultate ridotte nelle ultime due settimane rispetto a quello che il porto, seppur a mezzo servizio, può consentire,   l’assessore   Sebastiano Pino ha scritto ad Autorità portuale,  Comet  e Capitaneria per chiedere spiegazioni su quello che definisce  un ingiustificabile rinvio dell’inizio delle operazioni di dragaggio che hanno determinato  disagi alla viabilità urbana per l’aumento dei Tir in città. In base ai dati forniti dalla polizia municipale, Pino ritiene, infatti,  che l'incremento del passaggio dei mezzi pesanti sia dovuto ad un minor utilizzo degli approdi a sud da parte delle compagnie di navigazione. Anche in orari di intenso traffico commerciale, puntualizza l'assessore  nella lettera che, per conoscenza ha inviato, anche al Prefetto, si sono registrati intervalli fra le partenze delle navi fino a 74 minuti, ciò significa che per quasi un’ora le banchine rimangono vuote, senza navi in porto». Per domattina è attesa la risposta da parte del principale gruppo armatoriale che utilizza il porto di Tremestieti. La società Caronte&Tourist ha convocato infatti una conferenza stampa con la presenza  degli amministratori delegati  Vincenzo Franza e  Antonino Repaci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi