messina

Case Zancle,
ancora nessun intervento

Nessun intervento del Comune nell'appartamento dei coniugi la Malfa alle case Zancle di Tremonti. Una settimana fa, a causa di un guasto condominiale, è stato invaso dai liquami fognari e da allora l'ufficio manutenzione del Comune, al quale era stato chiesto aiuto, non ha effettuato alcun intervento.

Case Zancle, ancora nessun intervento

Onofrio e Raffaela, i due ottantenni messinesi che la settimana scorsa si sono trovati il loro appartamento invaso dai liquami fognari, sono ritornati a casa. Non perché l'ufficio manutenzioni del Comune sia intervenuto come sarebbe stato giusto, ma perché il vicinato ha allertato una ditta privata per far fronte al guasto verificatosi nella colonna fognaria del palazzo che oltre all'allagamento del loro appartamento, faceva riversare fogna anche nei garage sottostanti. Enormi i disagi, per questi anziani coniugi che si trovavano a Torino dai nipotini e che sono stati chiamati urgentemente da una vicina per l'improvviso guasto. La signora Raffaela è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari per essere scivolata sulla melma appena entrata a casa, poi il disagio di dormire per tre giorni in garage in una macchina in prestito. La situazione oggi non è sistemata, tutt'altro. Oggi sono ritornati a casa e dormono si nel loro letto, ma in locali  liberati sommariamente dalla melma e rimasti con i mobili intrisi di quel liquido maleodorante che rende l'aria insalubre. Ciò che indigna maggiormente è la poca attenzione verso i bisogni dei cittadini più deboli. Nonostante i sopralluoghi e i verbali di vigili urbani, vigili del fuoco e dell'ufficio manutenzione del Comune, nessuna risposta concreta per questi anziani lasciati soli. Oltre a rimborsare le spese che Onofrio e Raffaela hanno sostenuto adesso, almeno, il Sindaco, come massima autorità sanitaria cittadina, dovrebbe intervenire al più presto per bonificare quell'appartamento infestato dalla fogna. Si chiama ufficio manutenzioni ma in maniera impropria, basti pensare che già l'anno scorso era stato segnalato il caso di un'altra famiglia nello stesso pianerottolo dei due anziani coniugi. Marito, moglie, tre figli, una casa umida, fatiscente, visitata anche dai topi, ma anche in questo caso nessuno si è fatto vivo. Una sorta di disinteresse che la dice lunga sulla volontà e l'impegno dell'amministrazione di accogliere prima e risolvere poi, i problemi dei cittadini. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi