Messina

Palagiustizia all’ex ospedale militare, mancano solo le firme

Pronta la bozza di protocollo d’intesa. Il dipartimento di Medicina legale sarà trasferito in un’area di Gazzi

Palagiustizia all’ex ospedale militare, mancano solo le firme

Adesso è tutto scritto, nero su bianco. Con tanto di bozza di protocollo d’intesa, sul quale però è stato imposto il vincolo di segretezza. Il secondo palazzo di giustizia si farà negli spazi dell’ex ospedale militare. L’accordo è diventato pressoché definitivo nell’ultima riunione, tenutasi venerdì scorso a Roma negli uffici del ministero della Difesa.

Nella Capitale con l’assessore ai Lavori pubblici Sergio De Cola si sono incontrati i massimi vertici ministeriali, il direttore generale delle risorse materiali e delle tecnologie de del ministero della Giustizia Antonio Mungo ed il generale di divisione Antonio Caporotundo, che presiede la task force sulle dismissioni costituita al ministero della Difesa. Insieme a loro, uno stuolo di tecnici, tra cui il consulente del ministro Luca Andreoli.

La svolta decisiva è arrivata grazie ad un emendamento alla Legge di stabilità che, di fatto, consente al Comune di spendere i famosi 17 milioni di euro ottenuti nel 1995 per costruire il palagiustizia satellite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi