Messina

Lunghe ore d’ansia per
due 17enni “in fuga” a Malta

Ieri sera una di loro ha tranquillizzato la madre: «Sono a Malta con la mia amica. Non ti preoccupare. Abbiamo già fatto il biglietto di ritorno

Lunghe ore d’ansia per  due 17enni “in fuga” a Malta

AGGIORNAMENTO: Le due 17enni sono a casa

Due famiglie della zona nord di Messina da ore vivono l’angoscia della scomparsa delle rispettive figlie. Nella tarda mattinata di sabato scorso, una 17enne residente a Ganzirri e una coetanea di Torre Faro sono fuggite da casa. Intorno alle 12, hanno messo in atto quanto da qualche tempo annunciavano ai genitori. Animate, a quanto pare, da una sconfinata voglia di libertà, hanno abbandonato la città dello Stretto per dirigersi altrove. Lontano. In questo momento si trovano a Malta, forse in compagnia di un’altra amica, per ragioni ancora oscure. Fino a ieri sera, il padre e la madre delle due ragazze non riuscivano a mettersi in contatto con le figlie, anche perché i telefoni cellulari risultavano spenti o irraggiungibili. L’ultimo riscontro lo avevano ottenuto i carabinieri, “agganciando” uno dei due apparecchi mobili a Catania. Poi, intorno alle 21.30, sul telefono della mamma di una delle due giovani, è arrivata una chiamata dall’estero. Era la figlia, che ha provato a tranquillizzarla: «Sono a Malta con la mia amica. Non ti preoccupare. Abbiamo già fatto il biglietto di ritorno. Domani mattina (ndc, oggi per chi legge), arriviamo a Catania. Il volo parte alle 5 e arriva entro un’ora. Successivamente rientro a casa». Un messaggio dai toni molto più rassicuranti rispetto a quanto riferito in un primo momento ai genitori: «Ho bisogno di libertà. Non voglio tornare più». Restano avvolti dal mistero i motivi della scelta dell’isola del Mediterraneo per trascorrere il weekend. Su questo e su altri aspetti stanno indagando i carabinieri della Stazione di Ganzirri (agli ordini del maresciallo Antonio Tavilla) e i colleghi del capoluogo etneo. In realtà, chi per primo ha dato notizia della meta delle due diciassettenni è stato un agente di viaggio che, venuto a conoscenza su Facebook della notizia della scomparsa delle due ragazze, ha fatto sapere di avere venduto i ticket aerei con destinazione La Valletta. Le giovani hanno raggiunto il Paese straniero nella tarda serata di sabato, da Catania, con un volo Air Malta.

Ieri pomeriggio, invece, in preda alla disperazione, i genitori di una delle 17enni avevano denunciato la scomparsa della congiunta alla “Gazzetta del Sud”: «Sabato lavorava nel nostro negozio. Ci ha detto che rincasava prima del solito e quando siamo rientrati a Ganzirri non c’era più. Era scomparsa». Qualche ora più tardi, la mamma dell’amica, contattata telefonicamente, ci aveva detto di non sapersi spiegare i motivi dell’allontanamento della figlia, in procinto di frequentare un corso di abilitazione professionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Referendum: alle 12  ha votato il 16,8%, ma con disagi

A Messina il No al 70%

di Domenico Bertè