Messina

La Galleria ridotta a una latrina!

Ancora scene di assoluto degrado alla “Vittorio Emanuele”. E' ridotta a dormitorio e ricovero per cani

La Galleria ridotta a una latrina!

La Galleria Vittorio Emanuele ridotta a latrina, lasciata in stato di abbandono, consegnata – di fatto – a incivili, vandali, teppisti e vagabondi.

Ecco come la città ha permesso che si riducesse la Galleria, costruita tra il 1924 e il 1929 in stile liberty, unica nel suo genere nel Meridione d’Italia assieme alla Galleria Umberto I di Napoli, e dichiarata, nel 2000, bene di interesse socioartistico.

L’ennesimo controllo portato a termine ieri mattina dalle forze dell’ordine - in questo caso si tratta del nucleo Decoro della polizia municipale - ha rigirato il coltello in una ferita dolorosissima: la “Vittorio Emanuele” è ridotta a dormitorio, a ricovero per cani (che all’interno trovano gli angoli idonei per i loro bisogni), a luogo dove si può fare quello che si vuole «tanto nessuno vede».

Ed è anche una sorta di terra di conquista se si pensa che ieri mattina alcuni senzatetto hanno anche minacciato gli operatori ecologici che cercavano di pulire lo scempio che c’è all’interno.

Ieri la polizia municipale ha fatto sgombrare i senzatetto, rimettendo un poco d’ordine in quella struttura dalle pareti ormai tutte vandalizzate. Oggi tutto tornerà come prima in ossequio a quella indifferenza suicida che colpisce senza possibilità di cura la città e suoi abitanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi