Messina

Rapina alla Carige, la terza in tre mesi

Vicino all’incrocio con il viale San Martino ed a poche centinaia di metri dalla stazione Arcivescovado dei carabinieri

Rapina alla Carige, la terza in tre mesi

Terza rapina in tre mesi ai danni della banca Carige di via Nino Bixio: è quasi un accanimento criminale, una spavalderia che inquieta anche in relazione alla centralità di questo istituto di credito. Vicino all’incrocio con il viale San Martino ed a poche centinaia di metri dalla stazione Arcivescovado dei carabinieri. Anche stavolta, come in occasione del colpo del 3 dicembre 2015, un bottino da diverse migliaia di euro è stato arraffato da un bandito solitario, piuttosto alto, che ha fatto irruzione nella Carige poco dopo le 12. Non era armato né minacciava di esserlo, e non avrebbe proferito particolari minacce: solo l’intimazione perentoria di consegnare il denaro contante, quindi la fuga a piedi. Forse, era atteso da un complice. Sul posto sono intervenute le volanti della Polizia che ha avviato l’acquisizione dei filmati e le indagini.

L’ultimo colpo in ordine di tempo si era verificato il 21 dicembre scorso quando due banditi irruppero nella filiale ed obbligarono i cassieri a consegnare quasi 10.000 euro. Erano le 11 quando i due malviventi, confusi tra i clienti, entrarono nei locali: l’uno robusto, l’altro più magro. Il bandito prestante, una mano nella tasca rigonfia come se impugnasse un’arma, minacciò il personale ed arraffò la somma. I due uscirono dalla filiale, montarono su uno scooter e si dileguarono. Sul posto intervennero le volanti. Il 3 dicembre, invece, ad arraffare circa 5000 euro, sotto la minaccia di un’arma nascosta, era stato un bandito solitario.(a.t.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto