Messina

Nessun progetto finanziato, quasi 120 plessi a rischio

Riflettori accesi sulle criticità dell’edilizia scolastica. L’ing. Sciacca sentito in audizione dalla VII commissione consiliare

Nessun progetto finanziato, quasi 120 plessi a rischio

Come si può intervenire quando le risorse finanziarie sono ridotte all’osso e le carenze strutturali riguardano quasi la totalità dei plessi scolastici cittadini? È la domanda senza risposta, rimbalzata ieri durante l’audizione dell’ing. Gaetano Sciacca e del dirigente del Dipartimento Francesco Ajello (presente anche l’architetto Rosa Antonuccio) da parte della VII commissione consiliare presieduta da Carlo Cantali.

L’ex ingegnere capo del Genio civile, oggi direttore dell'Ispettorato del Lavoro, ha avuto affidato dall’autorità giudiziaria l’incarico relativo all’accertamento dello stato di agibilità dei plessi scolastici. E Sciacca ha ribadito quanto aveva già evidenziato nelle scorse settimane: gran parte dei 120 edifici che ospitano le scuole messinesi «necessitano di interventi relativamente ai prospetti principali, alle scale antincendio e ai controsoffitti, nonché dell'adeguamento relativo all'agibilità e al collaudo statico». Un quadro di gravi criticità, lenito parzialmente grazie alla disponibilità di alcuni dirigenti scolastici che hanno consentito di effettuare alcuni lavori di manutenzione. Ma si tratta di gocce nell’oceano. Ci vorrebbe un piano straordinario di interventi per ridare sicurezza e per ammodernare le nostre scuole.

«È emersa la necessità di volere istituire il cosiddetto “libretto dell'edificio” – sottolinea il presidente Cantali – che sarebbe uno strumento per conoscere le condizioni generali di tutte le strutture e al tempo stesso favorirebbe la possibilità di valutare le priorità in termini di intervento». Il dirigente Ajello ha evidenziato «l'impossibilità di effettuare la totalità dei necessari interventi di manutenzione ordinaria a causa della scarsa presenza di risorse finanziarie disponibili, considerando che ad oggi gli uffici competenti hanno presentato diversi progetti che non sono stati inseriti dal Governo nazionale tra i finanziamenti da erogare». Da qui l’appello del presidente Cantali affinché l'Amministrazione si adoperi per far rientrare i progetti nell'elenco degli interventi da finanziare con i fondi destinati per la manutenzione e la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto