Messina

Prende antibiotico per ascesso, misteriosa morte di un 29enne

Sarà un’inchiesta a chiarire le cause della morte del ventinovenne Ivan Pagano, deceduto dopo aver assunto un antibiotico per curare un mal di denti.

Prende antibiotico per ascesso, misteriosa morte di un 29enne

I genitori del giovane hanno presentato una denuncia e questa mattina il sostituto procuratore Margherita Brunelli, che ha aperto l’inchiesta, conferirà l’incarico al medico legale per eseguire l’autopsia. Al momento il procedimento è contro ignoti.

Una ventina di giorni fa - come riferito dai genitori, assistiti dall’avvocato Andrea Florio, nella denuncia presentata all’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Polizia -, il giovane si era recato dal suo dentista di fiducia che gli aveva riscontrato un ascesso dentario, prescrivendogli un antibiotico.

Nonostante la somministrazione del farmaco il giovane continuava ad avere problemi e la guancia gonfia. Per il dolore aveva anche assunto un antinfiammatorio. Lo scorso 22 febbraio il giovane si era recato nuovamente dal dentista ma, essendo ancora presente l’infezione, non aveva potuto estrarre il dente malato.

A quel punto, come ricostruito nella denuncia dei genitori, il medico avrebbe prescritto un altro farmaco, un antibiotico. Il giovane è quindi tornato a casa, a Ganzirri, e dopo cena ha assunto il nuovo farmaco, ma subito dopo è stato male, ha cominciato a tossire e ha vomitato fino a perdere i sensi. I genitori hanno chiesto subito l’intervento di un’ambulanza del 118 che lo ha trasportato all’ospedale Papardo, dove è morto poco dopo. Si potrebbe ipotizzare una devastante reazione allergica, ma sarà l’autopsia a chiarire tutto.

Il povero Ivan Pagano dopo cena sarebbe dovuto uscire con la fidanzata ma dopo alcuni minuti che era stata effettuata l’iniezione d’antibiotico ha accusato prima dei forti colpi di tosse e poi violenti conati di vomito, iniziando a sudare freddo. La situazione è purtroppo precipitata in maniera molto rapida, i familiari hanno provato a somministrargli anche una fiala di Bentelan sotto la lingua, ma tutto si è rivelato inutile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi