MESSINA

Sbarco migranti, arrestati
sei scafisti

Quattro del Senegal e due del Gambia. Sono responsabili del trasporto di 346 migranti sbarcati ieri nel porto di Messina.

Sbarco migranti, arrestati sei scafisti

Il copione è sempre lo stesso. Ieri lo sbarco di disperati,, 346 migranti giunti al Molo Marconi dalla Nave della Guardia Costiera “Dattilo”. Oggi l'arresto degli scafisti, quattro senegalesi e due provenienti dal Gambia. La novità dello sbarco di ieri è però la presenza di tre uomini che presentavano feriti d'arma da fuoco alle braccia ed alle gambe. I tre, trasportati al Policlinico, sono stati medicati e giudicati fuori pericolo ma sono stati proprio loro ad indicare agli uomini della squadra Mobile i sei scafisti ed a farli arrestare.
Ai poliziotti hanno raccontato la loro disavventura fatta di fame, guerra e paura. Tomos, 27 anni ha raccontato di aver lasciato sei mesi fa la Sierra Leone perché dopo l’epidemia di “Ebola” non c’era più lavoro. E' andato in Libia, a Tripoli, per cercarlo e l’ha trovato. Tre giorni fa mentre era a casa della persona che gliel'aveva offerto ha fatto irruzione nell'appartamento una banda di predoni. Volevano soldi ma all'improvviso da sotto le lunghe vesti hanno tirato fuori delle armi ed hanno iniziato a sparare, ferendo alcune persone. Tomos ed altre persone sono fuggite in spiaggia dove lo stesso giorno sono saliti su un gommone diretto in Italia.
A bordo anche donne e bambini tutti di origini subsahariane. L'imbarcazione, insieme ad altre due carrette, è stata soccorsa nel canale di Sicilia. I migranti sono stati trasbordati tutti sul pattugliatore Dattilo e scortati fino al porto di Messina. Il lavoro di Polizia e Guardia Costiera ha permesso di individuare i 6 uomini che erano al timone dei tre barconi partiti sabato sera dalle coste libiche.
Gli arrestati, su disposizione del Sostituto Procuratore Francesco Massara, sono stati rinchiusi nel carcere di Gazzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi