Concerto

“Mozart. Le Ultime Sinfonie” a Barcellona

Protagonista l’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele che, diretta dal Maestro Alessandro Calcagnile

“Mozart. Le Ultime Sinfonie” a Barcellona

Alessandro Calcagnile

Al Teatro “Mandanici”, di Barcellona Pozzo di Gotto, domenica 21 febbraio, alle ore 21, appuntamento con la musica classica. In programma il Concerto “Mozart. Le Ultime Sinfonie”, protagonista l’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele che, diretta dal Maestro Alessandro Calcagnile, proporrà la Sinfonia n. 40 in sol minore, K 550 (prima versione) e la Sinfonia n. 41 in do maggiore “Jupiter”, K 551.
Alessandro Calcagnile, direttore d’orchestra e pianista, raffinato interprete della musica del Novecento, che vanta collaborazioni con alcuni dei più importanti compositori italiani viventi, dopo esser stato protagonista insieme a Rossella Spinosa, della Settimana dedicata al Cinema Muto, e dopo aver diretto l’Orchestra nell’apprezzato concerto Omaggio alle musiche da film di John Williams, torna sul podio a dirigere l’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele proponendo due capolavori della musica classica.
La Sinfonia n. 40 in Sol minore K 550 fu composta da Wolfgang Amadeus Mozart a Vienna durante il mese di luglio del 1788. La seconda di tre sinfonie (le altre sono la n. 39 e la n. 41 "Jupiter", quest’ultima anche proposta durante il Concerto), composte in rapida successione durante l'estate del 1788. La sinfonia è una delle più ammirate e conosciute composizioni di Mozart, ed è frequentemente eseguita e registrata in tutto il mondo. La Sinfonia n. 41 in Do maggiore K 551, anche nota come “Jupiter”, è l'ultima sinfonia attribuita a Mozart. Fu completata a Vienna nell’agosto 1788, a concludere il ciclo delle tre sinfonie composte in rapida successione durante l'estate del 1788. Il titolo, col suo rimando mitologico a Giove, non fu assegnato dal compositore ma probabilmente dall'impresario inglese Johann Peter Salomon, allo scopo di evidenziare il carattere grandioso e divino che caratterizza quest'ultima composizione strumentale di Mozart. Il concerto rappresenta un’occasione imperdibile per ascoltare gli ultimi due capolavori del compositore salisburghese, genio musicale assoluto, illimitato e versatile. In soli trent’anni di vita creativa Mozart disseminò di capolavori ogni settore dell’arte del comporre: dalla musica strumentale a quella vocale, dall’orchestrale alla sacra e soprattutto alla teatrale. Una prodigiosa, travolgente attività creatrice che iniziò all’età di soli cinque anni.

“Mozart. Le Ultime Sinfonie”
Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele
Direttore Alessandro Calcagnile
Sinfonia n. 40 in sol minore, K 550 (prima versione)
I Allegro"
II Andante
III Minuetto: Allegretto
IV Finale: Allegro
Sinfonia n. 41 in Do maggiore K 551, Jupiter
I Allegro vivace
II Andante cantabile
III Minuetto e Trio: Allegretto
IV Finale: Molto allegro

Prossimo appuntamento con la musica al Teatro Mandanici sabato 27 febbraio, alle ore 21, col concerto di Giovanni Renzo e dell’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele “Musiche per pianoforte e Orchestra”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi