Messina

Ascom Finance,
3 anni a Corona

L’ex parlamentare regionale messinese condannato dal tribunale di Roma. Confisca di beni per quasi 650mila euro e risarcimento alle parti civili

Ascom Finance,  3 anni a Corona

Si è conclusa con la condanna a tre anni di reclusione e la confisca di quasi 650mila euro per l’ex deputato regionale messinese Roberto Corona, la “costola” romana del processo sull’Ascom Finance, che negli anni scorsi fu al centro di un’inchiesta tra Messina e Roma per il “buco nero” sui bilanci che portò poi al fallimento.

È stata la quarta sezione penale del tribunale romano a condannare l’ex parlamentare, a fronte di una richiesta dell’accusa di tre anni e mezzo di reclusione più 50.000 euro di multa.

I giudici hanno deciso poi in sentenza la confisca di quanto era stato a suo tempo sequestrato dai conti di Corona, ovvero 647.500 euro, e il futuro risarcimento alle parti civili, il Fallimento Ascom Finance e la Banca d’Italia. Si chiude così un processo apertosi nell’ottobre del 2012 con il rito ordinario a carico dell’ex parlamentare, per una vicenda che ha visto complessivamente poi una serie di coimputati scegliere altre strade alternative, tra patteggiamenti e riti alternativi.

Nell’ottobre del 2015 a Messina davanti al gup Maria Vermiglio per la stessa vicenda solo due dei sei imputati avevano definito la loro posizione in udienza preliminare, mentre per gli altri quattro si era dovuto provvedere alla rinotifica dell’atto di conclusione delle indagini preliminari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi