Messina

Asp costretta a pagare
quasi due milioni di euro

Ventidue medici convenzionati operanti nei loro studi in forma societaria hanno vinto la loro battaglia legale per ottenere dall’Azienda sanitaria il pagamento dei contributi pensionistici dovuti all’Enpam per l’attività da loro prestata a servizio del Sistema sanitario

L’Asp costretta a pagare quasi 2 milioni di euro

La vicenda riguarda i contributi previdenziali dei medici convenzionati esterni che operano in forma societaria: società di persone e associazioni di professionisti. Una serie di cause che risalgono al lontano 2001 e che vengono definitivamente archiviate dall’Asp. Sono in corso d’esecuzione, da alcuni giorni, le transazioni stragiudiziali siglate dal manager Gaetano Sirna con i legali di 22 medici convenzionati esterni: atti transattivi firmati nel luglio 2015, a chiusura opportuna di sempre più costose cause civili, votate alla sconfitta.

È la vittoria di un’estenuante battaglia legale che ha per oggetto contributi dovuti dall’Asp all’Enpam ma negati per circa 15 anni mentre le Asp di tutt’Italia, dopo i dubbi iniziali, li avevano riconosciuti. Le transazioni sono state siglate dal direttore generale dell’Asp, assistito dall’avv. Giancarlo Niutta, con i legali dei 22 medici (19 studi specialistici di città e provincia) gli avvocati Dario Gitto e Angela Canfora che hanno lavorato in sinergia con i legali dell’Enpam, Vincenzo Squillaci e Francesco Olivo. A variare sono solo i periodi e gli importi: da un minimo di oltre 12.000 euro ad un massimo di circa 418.000. Ma entriamo nel merito della vicenda dal sapore kafkiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto