Messina

Bilanci comunali, tutti a giudizio per il falso

Chiusa ieri pomeriggio la maxi udienza preliminare dopo l’inchiesta sui conti economici di Palazzo Zanca. Politici, amministratori e funzionari prosciolti dall’abuso, tranne un caso per Buzzanca e Coglitore

Bilanci comunali, tutti a giudizio per il falso

Dopo la lunga serie di archiviazioni registrate nei mesi scorsi rispetto ai 72 indagati iniziali, ieri in udienza preliminare erano coinvolti in 34 tra vari componenti della giunta Buzzanca che si sono succeduti nel tempo, funzionari comunali e revisori dei conti dell’epoca, oltre ad alcuni consiglieri comunali che hanno registrato sì l’archiviazione come componenti dell’aula ma hanno rivestito cariche specifiche in sede di commissione comunale, in tema di bilanci. Erano coinvolti quindi: Francesco Aiello, Pinella Aliberti, Santi Alligo, Elvira Amata, Antonio Amato, Roberto Aricò, Giuseppe Buzzanca, Attilio Camaioni, Carmelo Capone, Dario Caroniti, Ferdinando Coglitore, Giuseppe Corvaja, Giovanni Di Leo, Domenico Donato, Carmelo Famà, Carmelo Giardina, Giuseppe Isgrò, Diane Litrico, Domenico Maesano, Salvatore Magazzù, Domenico Manna, Giuseppe Mauro, Orazio Miloro, Franco Mondello, Giorgio Muscolino, Giancarlo Panzera, Giuseppe Puglisi, Giuseppe Rao, Filippo Ribaudo, Carmelo Santalco, Vincenzo Schiera, Gianfranco Scoglio, Roberto Sparso e Dario Zaccone. Si tratta quindi di componenti di giunta, consiglieri comunali funzionari comunali, revisori dei conti (le qualifiche sono ovviamente riferite all’epoca dei fatti).

Altri particolari nell'edizione cartecea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi